Vendita auto a Brescia, concessionaria Mandolini al Gruppo Bossoni

L'operazione tra i due gruppi che suona come un passaggio di consegne. "Obiettivo mantenere la brescianità".

(red.) Nelle ore precedenti a sabato 6 febbraio si è formalizzata un’importante operazione nel settore della vendita di auto in provincia di Brescia. Infatti, il gruppo Bossoni Automobili ha annunciato di aver acquisito la concessionaria Mandolini Auto. “In un momento di rallentamento per l’economia italiana e per il settore auto il Gruppo Bossoni Automobili sceglie di accelerare e avere fiducia nel mercato. E lo fa acquisendo la concessionaria Mandolini Auto di Brescia. È il passaggio di consegne tra due aziende fortemente radicate nel territorio bresciano – si legge in una nota del gruppo Bossoni – e che da oltre 30 anni hanno contribuito alla valorizzazione del tessuto sociale locale. Un passaggio all’insegna della continuità con il passato ma anche un forte sentimento di ‘brescianità’, da una famiglia storica bresciana a un’altra, per valorizzare un Made In Italy sempre più preda delle attenzioni di aziende estere.

Una gestione aziendale trasparente e attenta, il forte orientamento ai bisogni del cliente e la forte connotazione territoriale hanno portato le due imprese ad una costante crescita in termini di volumi e marginalità, raggiungendo una solidità finanziaria certificata dai primi posti nelle classifiche delle imprese bresciane e posizioni di rilievo nel panorama automotive italiano. Tutto all’insegna di una parola: continuità. Per proseguire la storia di un’azienda che è un punto di riferimento per i bresciani quando si parla di Audi e Volkswagen. Ma con uno sguardo verso l’innovazione e la volontà di investire in strutture e persone.

“L’operazione conclusa ha una rilevanza strategica per il Gruppo – dice Mauro Bossoni presidente e amministratore delegato del Gruppo – in quanto ci permette di rafforzare la nostra presenza sul mercato bresciano e in particolare in quello dei brand Premium. Con Audi e VW lavoriamo già a Cremona, Crema, Mantova e Piacenza, e l’arrivo a Brescia è un ulteriore passo importante. L’operazione di acquisizione di Mandolini è coerente con il piano strategico e industriale presentato da Gruppo Bossoni Automobili, nonostante le difficoltà di settore nel post-Covid”.

“L’attuale scenario generale – aggiunge Stefano Moreschi amministratore delegato di Mandolini Auto – e quello del settore auto in particolare, in questa contingenza economica globale in cui è necessario essere molto competitivi all’interno del proprio mercato, impone strutture aziendali di grandi dimensioni, sorrette da capitali sempre più ingenti, adatti ad affrontare sfide locali e nazionali sempre più difficili sfruttando il più possibile sinergie, collaborazioni ed economia di scala. Ho ritenuto, quindi, che l’obiettivo fosse di dare la migliore continuità al lavoro svolto fino a oggi, optando per la cessione della nostra azienda a un grande Gruppo Bresciano capitanato dalla famiglia Bossoni. L’aspetto familiare è stato fondamentale. Credo che la filosofia e i principi economici che guidano questa Azienda, rappresentino la migliore continuità, con l’attuale gestione. Con Mauro Bossoni ci siamo capiti subito e se anche la scelta è stata dolorosa, penso possa essere il meglio per il futuro della Mandolini Auto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.