Rondinelle, addetti trasferiti senza avviso. Sciopero in Auchan

Ieri dieci addetti hanno ricevuto nota di trasferirsi al Crai di Lumezzane. Colleghi solidali chiudono il punto vendita.

(red.) Questa mattina, mercoledì 27 maggio, la riapertura è stata normale, ma ieri, martedì 26, sono stati momenti di concitazione quelli dei dipendenti che lavorano all’ipermercato Auchan all’interno del centro commerciale Rondinelle di Roncadelle, nel bresciano. Dopo la puntuale apertura, infatti, qualche addetto è stato convocato dalla direzione ricevendo notizie preoccupanti. Dieci di loro, infatti, avevano ricevuto una comunicazione di trasferimento al nuovo punto vendita Crai di Lumezzane, ma senza alcun preavviso.

Una situazione che non ha mancato di creare sorprese e per questo motivo una cinquantina di addetti ha aderito allo sciopero proclamato nell’immediato e portando alla chiusura del punto vendita per ieri. I sindacati hanno ritenuto sacrosanta la forma di protesta adottata e specificando anche che dal gruppo Margherita Distribuzione non è arrivata alcuna risposta sulla vertenza, nemmeno sulla situazione sanitaria in corso. Secondo le sigle sindacali, la proprietà della catena commerciale si starebbe comportando senza concordare alcuna decisione con i lavoratori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.