Virus, Aib aderisce alla campagna #iopagoifornitori

Manifesto degli industriali bresciani per le imprese che possono aderire: pagare fornitori rispettando scadenze.

Più informazioni su

(red.) L’iniziativa è stata lanciata da Alfredo Rabaiotti della bresciana Becom e ora anche l’Associazione Industriale Bresciana ha preso spunto per far sua la campagna. Si tratta di #iopagoifornitori, non solo un hashtag da social ma l’idea di contare su imprenditori responsabili. L’obiettivo è quello di onorare le scadenze verso i propri fornitori.

Aib ha deciso di lanciare questo manifesto contando sulle imprese che volontariamente possono aderire per rispettare i termini di pagamento con i fornitori e nonostante il periodo di emergenza da coronavirus. E su questo fronte, considerando che diverse aziende bresciane hanno sospeso l’attività da settimane, l’associazione degli industriali bresciani ha avuto un dialogo con il sistema delle banche per ricevere liquidità con cui onorare i pagamenti.

Quindi, un rapporto dettagliato e trasparente con i fornitori, assicurando anche pagamenti veloci. Ma su questo fronte l’Aib chiede che anche la pubblica amministrazione sia responsabile nel pagare i propri fornitori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.