Lutto nell’impresa bresciana, è morto Francesco Carpani Glisenti

Aveva 89 anni ed era stato colpito da polmonite. Attivo in fonderie di Villa Carcina, in Aib e Fondazione Berlucchi.

(red.) Lutto nel settore dell’industria bresciana. A 89 anni ieri, domenica 5 gennaio, è morto alla Poliambulanza di Brescia Francesco Carpani Glisenti. A capo dell’impresa di fonderie a Villa Carcina, era stato anche leader degli industriali bresciani per due volte e presidente della Fondazione Guido Berlucchi Onlus dedita alla raccolta di fondi per la ricerca medica. Carpani Glisenti lascia i figli Nicolò e Guido, mentre la moglie era già mancata nel 2018.

L’attività industriale di famiglia era iniziata nella seconda metà del 1800 con la fonderia di ghisa, poi di nuovo rilevata nel 1980 e dando vita alla Fonderia Guido Glisenti Spa. Attività che prosegue tuttora nella fusione di ghise speciali e con la famiglia Dalla Bona. Era stato presidente dell’Associazione industriale bresciana dal 1974 al 1978 e dal 1983 al 1985.

Erano gli anni degli scontri con i sindacati e delle grandi battaglie per i diritti dei lavoratori. Dal 2000 al 2010 aveva assunto la presidenza della Fondazione Guido Berlucchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.