Banche, Btl entra in Cassa Centrale. Ok dai soci

Ieri è arrivata l'adesione durante l'assemblea a Brixia Forum. Da gennaio la Banca del territorio lombardo farà parte del gruppo più ampio di filiali.

Più informazioni su

(red.) Ieri, domenica 25 novembre, Brixia Forum ha ospitato l’assemblea della Banca del territorio lombardo che, nato nel 2016, ora entrerà a far parte della Cassa centrale banca del gruppo cooperativo. Si è trattato di un passaggio naturale dopo un anno e mezzo di operazioni e per un risultato accolto come “epocale” dal direttore generale Matteo De Maio, dal presidente Ubaldo Casalini e dalla vice vicaria Giovanna Zecchi. All’assise, tra assemblee ordinarie e straordinarie, hanno partecipato 1.608 soci che si sono ritrovati dopo le riunioni di Pompiano e Bedizzole per il via libera. A questo punto la Banca del territorio lombardo dal prossimo gennaio farà parte di un gruppo che ha 89 istituti, più di 11 mila dipendenti, 1.500 filiali, 44 miliardi di euro di impieghi lordi, un attivo di 72 miliardi e un indice Cet1 del 18,2%.

Le operazioni che hanno portato a questo passaggio erano iniziate nell’aprile del 2016. “Il nostro obiettivo non è essere romantici, ma competitivi e dobbiamo avere una capogruppo con una grande solidità patrimoniale, senza cui non si può affrontare nulla – ha detto De Maio – stare fuori dal sistema sarebbe un atto di irresponsabilità”. Nel corso dell’assemblea ordinaria è stato anche modificato il regolamento di riunione ed elettorale, i soci potranno procedere con l’aumento di capitale e i consiglieri sono passati da 11 a 9. “E’ un disegno di legge che ci ha portato a questo percorso consapevole – ha concluso il direttore generale.- Avremo un credito cooperativo più stabile e solido, partendo da una migliore analisi delle governance”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.