Quantcast

Droga dall’Olanda, 163 anni di carcere a 22 imputati

L'operazione era scattata nel 2020 con l'arresto di 35 persone, di cui 18 nel bresciano. Giovedì il primo grado si è chiuso con la condanna di 22 arrestati. Pene da 1 anno a 23 anni.

(red.) Sono 22 le condanne per un ammontare di oltre 163 anni di carcere inflitte a conclusione del processo di primo grado per un gruppo di italiani e magrebini accusati di associazione a delinquere finalizzata in particolare al traffico di droga.

Le condanne vanno da un minimo di 1 anno e quattro mesi ad un massimo di 23 anni.

L’attività d’indagine condotta dai pm Claudia Moregola e Teodoro Catananti ha permesso di scoperchiare un giro d’affari di circa 8 chilogrammi di cocaina al mese per un volume di affari all’ingrosso di circa 2 milioni e mezzo di euro all’anno.

Nel marzo del 2020 la polizia, nel corso dell’operazione “Kichen”, aveva tratto in arresto 35 persone, di cui 18 nel bresciano. Ventidue di queste sono state condannate giovedì 30 settembre al termine del processo di primo grado. Sono ritenute responsabili, a vario titolo, di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, traffico internazionale di stupefacenti, detenzione illegale di armi ma anche lesioni gravi fino al tentato omicidio.

La droga veniva importata soprattutto dall’Olanda ed il giro d’affari stimato attorno ai due milioni e mezzo di euro l’anno.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.