In un capannone di Coccaglio, 17 chili tra hashish e marijuana

I carabinieri di Chiari erano sulle tracce di un'auto rubata. Un 65enne italiano arrestato, denunciate altre due persone.

(red.) Nel pomeriggio di sabato 13 febbraio le ricerche di una vettura rubata la sera precedente, a Rovato, si sono concluse con il sequestro di 17kg di stupefacente in un capannone di Coccaglio (BS), a opera di due pattuglie del Radiomobile del NOR della Compagnia Carabinieri di Chiari.

I militari hanno rintracciato il veicolo rubato lungo le vie di Coccaglio con due soggetti a bordo, uno di nazionalità italiana di 39 anni e uno di nazionalità marocchina di 42. I due fermati sono stati sottoposti a perquisizione sia personale sia locale, all’interno di un capannone dove verosimilmente avrebbero tenuto altra refurtiva. Grazie a questo intervento, i carabinieri hanno recuperato in buste sigillate e ben stipate in contenitori 13.3 kg di marijuana e 4.1 kg di hashish. Da ulteriori accertamenti è emerso che l’immobile fosse nella disponibilità di un terzo soggetto italiano classe 1956, residente in zona. Anche lui è stato identificato e sottoposto a perquisizione senza ulteriori riscontri.

Informato il magistrato dell’operazione, su sue disposizioni i carabinieri hanno proceduto all’arresto del beneficiario dell’immobile presso la sua abitazione per la detenzione di quell’ingente quantitativo di sostanza stupefacente, mentre hanno deferito in stato di libertà per ricettazione i due uomini a bordo del veicolo rubato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.