Pusher 51enne nel negozio di parrucchiera della moglie in via Zara

L'attività legale era gestita dalla donna ma l'uomo, residente a Desenzano, ne aveva fatto il centro per lo spaccio di fumo proibito.

Più informazioni su

(red.) Utilizzava il negozio di parrucchiere per signora che la moglie gestisce in via Zara, a Brescia, come punto di riferimento per lo spaccio di droga. In manette è finito un 51enne di origine senegalese residente a Desenzano, arrestato dalla Polizia Locale di Brescia che lo controllava da qualche tempo.
L’altro giorno è stato visto mentre consegnava una dozzina di grammi di hashish a un ragazzo italiano: il cliente è stato interrogato e ha confessato di aver acquistato da lui in almeno altre sei occasioni.
La perquisizione della Polizia Locale all’interno del negozio ha fatto scoprire uno scatolone con circa mezzo etto di fumo che è stato sequestrato. Così il 51enne è finito agli arresti e gli agenti gli hanno sequestrato anche due telefoni cellulari presumibilmente usati per l’attività di spaccio.
L’uomo era già stato condannato nel 2017 a sette anni di carcere per droga ed era affidato in prova ai Servizi sociali. Il giudice ha convalidato l’arresto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e lo ha messo ai domiciliari.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.