Droga dall’Olanda e Belgio fino a Brescia, chiesti 76 anni di carcere

Chiesti 27 anni solo per uno dei sei imputati, ritenuto l'organizzatore e punto di riferimento del gruppo.

(red.) Nella giornata di ieri, venerdì 25 settembre, al tribunale di Brescia si è svolta un’udienza nell’ambito di un processo a carico di quanti hanno scelto il dibattimento e a fronte dell’inchiesta per droga che nel 2018 aveva portato a 56 arresti. Molti di questi hanno già chiuso il loro conto con la giustizia facendosi giudicare col rito abbreviato, ma altri sei ieri erano a dibattimento e un altro ha chiesto di patteggiare. Nel mirino ci sono grandi quantità, tonnellate, di cocaina che il gruppo avrebbe fatto arrivare a Brescia dal Sud America e attraverso l’Olanda e il Belgio.

Il gruppo era stato sgominato proprio con gli arresti di due anni fa e ora tutti i componenti sono alle prese con le conseguenze giudiziarie. I sei attualmente a processo – cinque albanesi e un italiano – sono tutti accusati di associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. Gli inquirenti avevano scoperto che la banda usava dei noti marchi di moda da incidere sui pacchi di droga per qualificarne il tipo.

Ora per i sei sono arrivate dal pubblico ministero richieste di condanna fino a 76 anni di reclusione complessivi. 27 sono stati chiesti per quello ritenuto organizzatore dei giri di spaccio e dei contatti con i fornitori. Chiesti altri 12 anni per un imputato, 11 per l’unico italiano e altri 10, 9 e 7 per gli altri. La prossima udienza si terrà il 22 ottobre quando è prevista la sentenza e anche la decisione sul patteggiamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.