Brescia, spaccio tra stazione e via Valcamonica. 11° arresto per 23enne

E' il gambiano che lunedì è finito in carcere dopo essere stato fermato scorsa settimana con una donna a Sarezzo.

(red.) Non voleva proprio abbandonare la stazione ferroviaria di Brescia dove conduceva i suoi traffici di sostanze stupefacenti. Si parla del cittadino gambiano di 23 anni che, dopo essere stato arrestato lo scorso giovedì 10 settembre nel momento in cui era a bordo di un’auto condotta da una donna italiana nell’inseguimento verso Sarezzo e con il possesso di alcuni grammi di hashish, è finito in manette per l’undicesima volta dallo scorso 2018.

L’altra mattina, lunedì 14 settembre, si è visto presentare gli agenti della Polizia locale di Brescia che gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere dopo non aver rispettato il divieto di dimora a Brescia. Ieri, martedì, lo stesso destino ha raggiunto anche un 41enne del Burundi e finito in manette.

Proprio lui, insieme al 23enne, sfruttavano la stazione di giorno e il piazzale di via Vallecamonica di notte per spacciare droga. Entrambi finiti in carcere alla fine di luglio e rimessi in libertà, nelle ore precedenti a mercoledì 15 sono di nuovo tornati dietro le sbarre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.