Esine, cerca di disfarsi della cocaina. Arrestato pusher recidivo

Mercoledì pomeriggio un 26enne tunisino è finito in manette. Era già finito nei guai lo scorso giugno a Darfo.

(red.) Aveva incassato il divieto di farsi vedere a Darfo Boario Terme dopo essere stato sorpreso a spacciare e quindi finendo in manette. Ora il suo curriculum da pusher si allunga anche a Esine, sempre in Valcamonica, nel bresciano. Qui l’altro pomeriggio, mercoledì 2 settembre, un 26enne tunisino che ha notato avvicinarsi i carabinieri ha cercato di disfarsi di quanto aveva in una tasca.

A quel punto ha cercato di fuggire, ma inutilmente, mentre i militari hanno recuperato 31 dosi di cocaina in un calzino per un totale di circa 20 grammi. Il giovane spacciatore, prima di essere sorpreso, era con un giovane cliente che da lui aveva appena comprato alcune dosi. Per lui, dopo lo scorso giugno, è scattato il secondo arresto con la convalida da parte del giudice.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.