Gussago, bar crocevia dello spaccio di cocaina: chiuso un mese

Ieri mattina i carabinieri hanno posto i sigilli al locale. Luogo frequentato da pregiudicati e legati allo spaccio.

(red.) In un controllo alla fine di maggio i carabinieri della compagnia di Gardone Valtrompia avevano visto addirittura quattro giovani, dai 19 ai 25 anni, che consumavano cocaina ai tavoli del dehor del bar come se tutto fosse normale, a due passi dalla principale piazza del paese. Facendo scattare due denunce e altrettante segnalazioni alla prefettura di Brescia come consumatori.

Ieri mattina, venerdì 10 luglio, gli stessi militari della stazione di Gussago hanno raggiunto il Bar Stazione di via don Valentino Bazzani per porre i sigilli e notificare la chiusura per un mese. Quel locale non era la prima volta che finiva nel mirino dei controlli da parte delle forze dell’ordine, anche per la frequente presenza di pregiudicati e soggetti legati allo spaccio di sostanze stupefacenti.

I carabinieri hanno così scoperto che quel bar era un punto di riferimento per lo spaccio in piazza. Le numerose evidenze scoperte dai militari sono giunte alla questura di Brescia che ha firmato l’ordinanza di chiusura per trenta giorni e notificata proprio ieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.