Gardone Vt, piazza migliaia di dosi di cocaina: pusher nei guai

Un immigrato è finito nei guai disfandosi di un pacchetto nel Mella mentre cercava di fuggire dagli operatori.

(red.) Nei giorni precedenti a mercoledì 1 luglio gli agenti bresciani della Polizia Locale di Gardone Valtrompia hanno fermato uno spacciatore che nell’arco di due anni avrebbe piazzato fino a 1.300 dosi di cocaina in valle. Il fermo è scattato nel momento in cui il pusher, alla vista degli operatori, aveva cercato di fuggire disfandosi di un pacchetto che aveva gettato nel fiume Mella. L’uomo, con precedenti proprio per spaccio, è ora a disposizione della questura di Brescia in vista di valutare la sua permanenza in Italia.

Le forze dell’ordine, ricostruendo la sua attività stupefacente, hanno accertato che il pusher piazzava dosi di polvere bianca anche ai minorenni. L’attività aveva portato anche a fermare un’altra persona, clandestina, denunciata a piede libero. Dopo il sequestro della droga nei confronti dell’immigrato, si stanno cercando altri soggetti che potrebbero aver collaborato con lui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.