Brescia, pusher arrestato davanti al Freccia Rossa

L'altra sera un 21enne marocchino è stato sorpreso in un assembramento smantellato dalla Polizia di Stato.

(red.) Sul fronte dei controlli intensificati e in corso da parte delle forze dell’ordine per far rispettare le disposizioni sulle misure di contenimento dal coronavirus si moltiplicano gli episodi contrari alla condotta da tenere. Uno di questi arriva da Brescia città dove nei giorni precedenti a giovedì 19 marzo gli agenti di una Volante della Polizia di Stato sono stati richiamati nel piazzale davanti al centro commerciale Freccia Rossa.

Infatti, c’era un gruppo di persone, tutte straniere, che parlavano e discutevano tra di loro, ma troppo vicini. Un vero e proprio assembramento che ha portato le forze dell’ordine a notare un 21enne marocchino e con precedenti di spaccio. Mostrando i propri documenti è apparso subito agitato nel momento in cui è stato perquisito e aveva addosso circa 40 grammi tra hashish, marijuana e cocaina pronti alla vendita.

Il giovane è stato quindi arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ieri mattina, mercoledì, nel processo per direttissima il fermo è stato convalidato con il rinvio del processo. Intanto è arrivato il via libera all’espulsione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.