Brescia, sorpreso in stazione con mezzo chilo di eroina

Un 30enne tunisino è stato sorpreso dagli agenti della Polfer mentre si nascondeva un panetto sotto la felpa.

(red.) Non ha fatto i conti del fatto che tra sabato 7 e domenica 8 marzo le principali vie di trasporto e movimento nel bresciano sono controllate per evitare spostamenti che non siano urgenti tra Comuni e dalla regione Lombardia verso l’esterno. Restrizioni, infatti, connesse all’emergenza da Coronavirus. Un tunisino di 30 anni, infatti, è stato pizzicato alla stazione ferroviaria di Brescia durante i controlli tra i passeggeri che raggiungevano i convogli.

Il nordafricano è stato beccato a nascondere qualcosa sotto la propria felpa ed è stato quindi avvicinato e perquisito. Lui stesso ha consegnato alle forze dell’ordine un panetto con cinque etti di eroina. Per lui è scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.