Berzo Inferiore, coltiva marijuana in un magazzino: arrestato

Un 27enne del paese in manette: ha fatto credere che fosse canapa light quella che aveva piantumato.

(red.) Nelle ore precedenti a giovedì 5 marzo i carabinieri bresciani del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Breno hanno arrestato a Berzo Inferiore, in Valcamonica, un 27enne del paese. E’ accusato di produzione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti per aver coltivato piante di marijuana in un magazzino. Il giovane, un operaio incensurato, da qualche tempo veniva controllato nell’ambito delle analisi tra i consumatori di hashish e marijuana. Ma anche attraverso messaggi postati sui social e nelle chat.

Così è emerso che il 27enne faceva parte di quel sistema. I carabinieri sono risaliti a quel magazzino trovando un essiccatoio, un impianto di illuminazione, tre etti di erba e 20 grammi di hashish. All’inizio aveva riferito che si trattasse di canapa light e che quindi fosse autorizzato a produrla. Ma non è stato in grado di mostrare autorizzazioni e licenze.

Quindi, per lui è scattato l’arresto convalidato dal giudice e per lui è arrivato anche l’obbligo di presentarsi ogni giorno alla caserma dei carabinieri di Esine. Durante la stessa serata, è finito nel mirino dei controlli dei carabinieri anche un 40enne tunisino residente con la famiglia a Lovere. È stato bloccato a Darfo Boario Terme mentre era in auto con una donna del paese. Perquisito, nelle tasche aveva sei dosi di cocaina e quindi è stato denunciato a piede libero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.