Prevalle, arrotonda spacciando tra le campagne: arrestato

Un 38enne marocchino è finito in manette e dovrà tornare in tribunale a marzo per il processo. Per ora è libero.

(red.) Nei giorni precedenti a giovedì 13 febbraio i carabinieri bresciani della stazione di Nuvolento hanno arrestato a Prevalle, in Valsabbia, uno spacciatore di sostanze stupefacenti. I militari si sono mossi sulla base di numerose segnalazioni dei residenti che indicavano come le aree di campagna e quindi fuori dal centro fossero spesso attraversate da un via vai continuo di auto. E martedì 11 febbraio, in borghese, i carabinieri hanno voluto controllare la zona.

Hanno notato una vettura che veniva raggiunta da altri veicoli e alle prese con lo scambio tra pacchetti e denaro. Al centro di tutto c’era un 38enne marocchino, con un lavoro precario in provincia di Mantova, che arrotondava lo stipendio spacciando droga. E i militari hanno capito di aver fatto centro quando hanno fermato un cliente trovandogli addosso una dose di cocaina.

A quel punto hanno raggiunto anche il pusher perquisendo la sua casa a Prevalle e dove hanno trovato hashish, bilancini di precisione e materiale per confezionare le dosi, insieme a 400 euro ritenuti provento dell’attività di spaccio. Dopo l’arresto ieri mattina, mercoledì, l’uomo si è presentato in tribunale per il rito per direttissima e la misura per lui è stata confermata. Ma visto che è incensurato è stato rimesso in libertà in attesa del processo che partirà l’11 marzo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.