Traffica cocaina dal Portogallo a Brescia, condanna a 9 anni

Il 61enne calabrese (ora in Germania) avrebbe portato chili di polvere nel bresciano. Anche pescati dall'Atlantico.

(red.) Ieri, martedì 11 febbraio, il tribunale di Brescia ha condannato a 9 anni di reclusione un 61enne di origine calabrese e ora da tempo in Germania, che nel bresciano era ritenuto un punto di riferimento nello spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare cocaina. Secondo la direzione distrettuale antimafia, l’uomo aveva fatto giungere proprio nel bresciano diversi chili di polvere bianca richiesta a cavallo dell’inizio degli anni 2000.

Per lui il sostituto procuratore Paolo Savio aveva chiesto 15 anni, ma il giudice ha optato per poco più della metà. L’uomo sarebbe stato collegato a un altro punto di riferimento per il “cartello” sudamericano della cocaina e non nuovo alle indagini. A Provaglio d’Iseo avevano avuto il primo incontro e secondo l’accusa il 61enne si occupava di comprare la cocaina. Tanto che all’inizio raggiungeva le profondità dell’Oceano Atlantico davanti alle coste del Portogallo per raccogliere la polvere bianca nascosta e poi caricarla nel doppiofondo dei veicoli nel garage a disposizione del suo riferimento.

E subito dopo sarebbe stato sufficiente spacciare quelle massicce dosi incassando centinaia di migliaia di euro. Per quel lavoro il 61enne sarebbe stato ricompensato con 50 mila euro e due auto di lusso da usare per trasportare la droga. Il calabrese, che al momento è latitante in Germania, aveva già scontato 8 anni di reclusione dopo una condanna subita in Portogallo per aver smerciato 36 chili di cocaina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.