Lozio, serra con venti piante di marijuana in casa: arrestato

I carabinieri hanno recepito le segnalazioni di un continuo via vai verso l'abitazione. Pusher beccato con il cliente.

(red.) Nei giorni precedenti a mercoledì 29 gennaio i carabinieri bresciani della compagnia di Breno hanno arrestato un 30enne per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. L’appostamento e le manette da parte dei militari sono scattati a Lozio, in Valcamonica, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni da parte di chi parlava di un continuo via vai verso quell’abitazione.

A quel punto i carabinieri hanno raggiunto la casa e si sono messi in una posizione defilata aspettando che qualche cliente arrivasse. Così è stato e una persona, residente a Cividate Camuno, è scesa da un pullman e ha raggiunto l’edificio. Verificato lo scambio tra materiale e denaro, i militari sono entrati in azione perquisendo l’abitazione del 30enne che aveva precedenti per spaccio.

All’interno c’era una coltivazione di venti piante di marijuana con tanto di impianto di irrigazione e areazione. Il giovane ha provato a giustificarsi parlando di una quantità per uso personale, ma non gli è stato sufficienti per evitare l’arresto. Ieri mattina, martedì 28, il giovane è stato sottoposto al processo per direttissima con la convalida della misura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.