Brescia, raffica di arresti, ma lui continua a spacciare cocaina

Venerdì pomeriggio gli agenti della Polizia Locale hanno fermato per l'ennesima volta un indiano di 46 anni.

(red.) E’ raro trovare recidivi che agiscono con questa frequenza. Ma gli agenti della Polizia Locale di Brescia hanno trovato un esempio nel corso dei controlli condotti lo scorso venerdì pomeriggio 24 gennaio tra via Milano e il quartiere di Fiumicello. Al centro dell’attenzione c’è un 46enne indiano che era stato già arrestato nove volte per una serie di precedenti, soprattutto per spaccio di sostanze stupefacenti.

Lo straniero, residente nel quartiere di Chiesanuova, è stato notato nel corso dell’intero pomeriggio dal Nucleo di Polizia giudiziaria della municipale mentre si muoveva con un 55enne bresciano incensurato di Urago Mella. La sensazione è che questo gli facesse da autista alla guida di una Fiat Punto per raggiungere le varie abitazioni dove spacciare droga a domicilio. Gli agenti hanno notato l’indiano mentre incontrava diversi soggetti, riconosciuti come tossicodipendenti, in altrettanti bar e locali di Fiumicello e via Milano.

Quando hanno accertato che spacciasse, gli operatori lo hanno fermato trovandogli addosso poco meno di 10 grammi di cocaina, resto di un sasso che aveva già venduto. Per lui è quindi scattato il nuovo arresto e durante il processo per direttissima il giudice ha accolto la richiesta della difesa dell’uomo e lo ha sottoposto al solo obbligo di firma in attesa del processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.