Brescia, arrestato al parco Gallo per spaccio: è la terza volta

Martedì pomeriggio un 29enne senegalese è stato visto muoversi tra una siepe e un albero con un cliente.

(red.) Non gli sono bastati due arresti per cercare di cambiare le proprie abitudini. Martedì pomeriggio 14 gennaio gli agenti del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Locale di Brescia hanno fermato e arrestato un 29enne senegalese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo che era già finito in manette nel 2011 e 2019, anche questa volta non è mancato all’appuntamento con l’arresto.

Il giovane si trovava al parco Gallo, non distante dall’asilo della zona e dove è stato sorpreso a vendere dell’hashish a un ucraino che è stato bloccato dagli agenti e segnalato come consumatore. Analizzando l’atteggiamento del pusher, si è scoperto che si muoveva tra una siepe e un albero da dove prendere le dosi nascoste.

In effetti sono state trovate trenta dosi di marijuana, un rotolo di pellicola e un bilancino di precisione da una parte e altri 25 grammi di hashish da un’altra. Perquisito, addosso aveva anche 100 euro in contanti ritenuti frutto dell’attività illecita. Per lui sono scattate le manette e la convalida dell’arresto da parte del giudice che ha disposto per lui l’obbligo di dimora a Lumezzane, residenza della famiglia, aspettando il processo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.