Operazione antidroga a Venezia, coinvolta Brescia

32 arresti da parte della Guardia di Finanza a carico di un'associazione che trafficava chili di cocaina e hashish.

(red.) Dalle prime ore di oggi, martedì 10 dicembre, la Guardia di Finanza di Venezia sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice delle indagini preliminari del tribunale veneto a carico di 32 persone accusate, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’esecuzione delle misure cautelari e le perquisizioni hanno interessato le province di Venezia, Padova, Vicenza, Treviso, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia e Bolzano. I provvedimenti, emessi a seguito delle indagini svolte dai finanzieri del Nucleo di polizia economico finanziaria e del primo Gruppo di Venezia e dirette dalla Direzione Distrettuale Antimafia, hanno riguardato la custodia cautelare in carcere per 10 persone, il divieto di dimora nella provincia di Venezia per altre 17, l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per 4 e il divieto di dimora nella provincia lagunare insieme all’obbligo di presentazione per l’ultimo coinvolto.

L’indagine, avviata nel 2016, è partita dagli approfondimenti svolti a seguito di alcuni sequestri di cocaina, marijuana e hashish operati nel centro storico di Venezia nei confronti di soggetti marocchini. Gli ulteriori approfondimenti, eseguiti mediante intercettazioni telefoniche ed ambientali oltre alle tradizionali attività di riscontro e osservazione sul territorio e con il supporto tecnico dello Scico, hanno portato al sequestro, in prossimità del casello autostradale di Mestre e in varie località delle province di Venezia e Padova, di alcuni carichi di cocaina e hashish destinata al mercato veneziano e all’arresto degli spacciatori.

I conseguenti sviluppi investigativi hanno condotto alla ricostruzione di una ramificata organizzazione criminale composta da cittadini albanesi ed italiani con base a Marghera che gestiva, in maniera strutturata e capillare grazie anche ad una meticolosa suddivisione dei ruoli, un vasto traffico di sostanze stupefacenti che si snodava dall’approvvigionamento delle partite di droga in Olanda fino allo spaccio nel centro storico e nella provincia di Venezia. Nell’operazione sono stati anche denunciati 45 soggetti, di cui i 32 destinatari dei provvedimenti e 9 arresti in flagranza. Sequestrati circa 20 chili di cocaina, marijuana e hashish e accertato il consumo di 50 chili. Bloccati anche 117 mila euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.