Valsabbia, tiene pacchi di hashish e marijuana: patteggia

Un anno e dieci mesi di reclusione, più una multa di 7 mila euro, per una donna che era stata fermata lo scorso maggio.

(red.) Una donna di 40 anni nata in Valtrompia ha patteggiato una condanna a un anno e dieci mesi di reclusione e al pagamento di una multa da 7 mila euro per una vicenda legata al possesso di sostanze stupefacenti. Era successo lo scorso maggio quando i carabinieri della stazione di Sabbio Chiese, in Valsabbia, nel bresciano, impegnati in un normale controllo, avevano fermato la sua auto. E la donna aveva detto ai militari di fare un favore a un amico.

Ma i militari, insospettiti da quella giustificazione, hanno controllato il veicolo senza trovare nulla e poi la sua abitazione. Qui, invece, c’era molto di più. In un pacco, che la donna aveva detto di aver ricevuto tramite corriere da una persona di Barcellona conosciuta da poco, c’erano nove pacchetti e altri quattro con 5,2 chili di hashish e 3,3 chili di marijuana.

Quel contenuto, come aveva rivelato la stessa 40enne, era diretto a un’altra donna che avrebbe dovuto prenderlo in consegna. Tuttavia i militari avevano anche voluto controllare il resto dell’abitazione trovando alcune dosi di cocaina e anche di marijuana nel soggiorno e in camera da letto. La donna venne quindi arrestata e per lei il giudice aveva concesso i domiciliari in casa della madre scarcerandola da Verziano. E ieri ha patteggiato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.