Ghedi, spaccio di droga al Florida, due arresti

Sabato a "E-Mission" una ragazza è stata sorpresa a vendere a un minorenne. Un giovane beccato a sniffare cocaina nei bagni. Venerdì fermato un marocchino.

Più informazioni su

(red.) Due giovani provenienti da fuori Brescia sono stati arrestati dai carabinieri di Ghedi e del Nucleo Operativo di Verolanuova per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I due, una 24enne piemontese di Orbassano e un 29enne tedesco residente in Svizzera, sono stati beccati all’interno della discoteca Florida di Ghedi durante alcuni controlli attivati con il personale addetto alla sicurezza. I fatti si sono svolti sabato notte 23 luglio in occasione dell’evento “E-Mission” che ha richiamato migliaia di giovani.
La ragazza è stata sorpresa dai militari davanti all’ingresso dei bagni e mentre cercava di vendere delle sostanze a un minorenne. Nel momento in cui è stata perquisita, addosso aveva una pastiglia di ecstasy e sedici dosi di metanfetamine. Per lei sono scattate le manette e la detenzione nel carcere femminile di Verziano. Il 29enne, invece, è stato beccato mentre sniffava cocaina nei servizi igienici. I carabinieri gli hanno trovato 28 pastiglie di ecstasy, un sacchetto di cocaina e tre grammi di hashish. Dopo le manette, è stato condotto al tribunale di Brescia che lo ha condannato a 1 anno e sei mesi di reclusione, con pena sospesa, oltre al pagamento di 2 mila euro di multa.
Ancora nell’ambito delle sostanze stupefacenti a Ghedi, ma in un’altra operazione di venerdì 29 luglio, gli agenti della polizia locale hanno fermato un marocchino di 23 anni mentre vendeva droga al parco di via Dante. Il giovane L. K., senza permesso di soggiorno, è salito su una moto risultata rubata e ha forzato un posto di blocco per fuggire dalle forze dell’ordine. Poi è scappato tra i campi a un passaggio a livello, ma è finito nelle mani della municipale. In tasca aveva otto dosi di cocaina. Condannato a 4 mesi di reclusione per spaccio e ricettazione, sarà espulso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.