Ghedi, ecstasy e hashish al Florida

I carabinieri della Bassa sabato sera hanno operato dei controlli. Dieci i giovani trovati in possesso di stupefacenti, tra cui molte pasticche di mdma.

Più informazioni su

(red.) Dove c’è hardcore disco, quasi sempre c’è anche l’ecstasy. Non è certo per criminalizzare un genere musicale o i giovanissimi che lo ascoltano, ma per prevenire tragedie da abuso di alcool e stupefacenti che i carabineri sono intervenuti sabato sera scorso al Florida, celebre discoteca di Ghedi che richiama appassionati da tutta la Bassa bresciana e non solo.
In occasione dell’evento musicale United Hardcore Forces che ha richiamato nella Bassa centinaia di giovani e giovanissimi da tutta Italia. I militari delle caserme di Ghedi, Verolanuova e Leno, hanno operato dei controlli sui giovani avventori. I ragazzi sono stati portati in una stanza della discoteca messa a disposizione dai titolari e qui perquisiti. Dieci di loro sono stati trovati in possesso di dosi di stuefacenti, tra cui hashish, marijuana e mdma (più comunemente nota come Ecstasy). Proprio la sostanza che nella stessa notte in via Orzinuovi a Brescia ha messo in pericolo una 16enne.
Al Florida, però, nonostante la presenza sul posto di due ambulanze, non si è registrato nessun caso di malore, e dopo la perquisizione la serata è potuta proseguire indisturbata. Ma senza droghe.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.