Quantcast

Orzinuovi, morta Giovanna Gazzoldi, moglie del sindaco Maffoni

La donna, a 69 anni, si è spenta sabato notte dopo aver lottato contro una malattia. Il cordoglio del paese.

(red.) La comunità bresciana di Orzinuovi, già martoriata dal coronavirus, ora piange la scomparsa di Giovanna Gazzoldi, moglie del sindaco Gianpietro Maffoni. La donna, che aveva 69 anni proprio come il coniuge primo cittadino, è deceduta nella notte tra sabato 25 e ieri, domenica 26 aprile, in casa e dopo aver lottato per un anno contro una malattia. Un dramma che ha portato a spegnere le speranze e con il figlio cantante Riccardo che ieri mattina ha pubblicato un post su Facebook annunciando la scomparsa della madre.

“Eri la mia luce, il mio faro. Ti amavano tutti, perché eri così un’anima splendida” ha scritto sul social. E nel pomeriggio anche il marito e sindaco, che lavorava con la donna nel settore dolciario prima di intraprendere la carriera politica, le ha riservato un pensiero. “Dopo una vita passata insieme, Giovanna ha perso la sua battaglia. È stato un periodo difficile, ma nonostante lo strazio di queste ore, di lei voglio solo ricordare i moltissimi momenti di felicità passati insieme ai nostri figli.

Ringrazio tutti quanti mi sonovicini – scrive – e non posso dimenticare che oltre a essere un marito sono anche il sindaco della mia comunità. Le restrizioni sono ancora valide e io prima di tutti dovrò attenermi. Non potrà pertanto esserci alcuna funzione religiosa, ma la vostra preghiera sarà per me il più grande abbraccio e conforto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.