Coronavirus, Carpenedolo dice addio al suo storico volontario

Giovanni Zingarelli, 73 anni, era stato anche autista e soccorritore sulle ambulanze. Il cordoglio del paese.

(red.) Era conosciuto per essere stato un volontario attivo in numerose realtà sociali di Carpenedolo, nella bassa bresciana. Ora il paese è costretto a dire addio a Giovanni Zingarelli, di 73 anni, ventiquattresima vittima riconosciuta del coronavirus nel paese bassaiolo.

Era stato attivo nell’Avis, nella Fondazione Santa Maria del Castello, con l’Associazione Nazionale Carabinieri e anche autista e soccorritore sull’ambulanza prima di terminare a causa dell’età avanzata. E a ricordarlo ci sono anche Carpenedolo Eventi e il Gruppo Chernobyl di cui era collaboratore e il gruppo degli alpini. L’uomo lascia la moglie e i figli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.