Quantcast

Prealpino, trovato morto nel Mella l’anziano uscito di casa

Ieri pomeriggio, dopo due giorni di ricerche, il ritrovamento lungo un argine verso Stocchetta e Collebeato.

(red.) Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche che erano in corso da due giorni per trovare Leopoldo Corini, l’88enne residente al Villaggio Prealpino, alle porte di Brescia, scomparso dall’ora di pranzo di mercoledì 1 aprile. L’anziano è stato trovato senza vita ieri pomeriggio, venerdì 3, accasciato lungo un argine del fiume Mella vicino al ponte di via Capretti. Una passante ha scorto il corpo intorno alle 16 e ha subito allertato i soccorsi.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco, con i carabinieri, l’automedica e un’ambulanza, mentre i soccorritori si sono calati in quel punto del fiume in secca. Ma ormai per l’uomo non c’era più nulla da fare. Con sé non aveva i documenti, ma i riferimenti fisici forniti dai familiari hanno fatto subito capire che si trattava dell’anziano.

Pare che l’uomo, alle prese da qualche tempo con delle amnesie, fosse uscito da casa per prendere aria e visto che per le disposizioni in corso non poteva muoversi in bicicletta come era abituato a fare. Ma si sarebbe allontanato troppo senza trovare la via del ritorno. E ieri il tragico rinvenimento. L’uomo, che era nato a Concesio, lascia la moglie e due figli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.