Quantcast

Brescia, 64enne trovato morto in casa in via San Polo

Ieri la scoperta dei vigili del fuoco e della Polizia di Stato dopo l'allerta lanciata da alcuni vicini di casa.

Più informazioni su

(red.) E’ da chiarire se sia morto a causa del contagio da Covid-19, ma di certo si tratta di un dramma della solitudine. Ieri mattina, lunedì 16 marzo, i vigili del fuoco e una pattuglia della Polizia di Stato hanno raggiunto le abitazioni di via San Polo a Brescia dopo le segnalazioni di alcuni residenti. Infatti, da alcuni giorni non vedevano in zona un vicino di casa. La loro sensazione era che, visto il periodo, stesse rispettando le misure di non uscire di casa se non urgente.

Ma la situazione si era fatta più sospetta e quindi è giunta la chiamata al 112. Nell’appartamento le forze dell’ordine e i soccorritori hanno trovato un 64enne bresciano ormai deceduto. I vicini di casa avevano parlato di aver sentito spesso tossire l’uomo e ora sarà il medico legale a verificare se il decesso sia avvenuto a causa del coronavirus. Per questo motivo la procura di Brescia ha aperto un’inchiesta e il corpo del 64enne, volontario dell’Anffas, sarà sottoposto al tampone.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.