Roncadelle, clochard trovato morto in una cascina: colpa del freddo?

Stamattina il rinvenimento in via del Mella. Probabile che il 56enne abbia cercato un rifugio dal freddo.

(red.) Potrebbe essere la prima vittima del freddo nel bresciano. Questa mattina, giovedì 12 dicembre, all’interno di una cascina abbandonata in via del Mella a Roncadelle, nell’hinterland, è stato trovato il corpo senza vita di un clochard. Al momento del rinvenimento sono stati subito allertati i soccorsi al 112, facendo arrivare l’automedica e un’ambulanza del paese, oltre ai carabinieri della stazione locale. Ma per l’uomo, pare un 56enne secondo i primi elementi, non ci sarebbe stato nulla da fare.

Sul corpo non ci sono segni di violenza e quindi non sarebbe stata una morte dovuta al coinvolgimento di altre persone. La sensazione è che l’uomo nel vagare nella notte si sia rifugiato nel cascinale, forse non per la prima volta. Ma il calo della temperatura che ha portato alle prime nevicate anche in pianura potrebbe averlo ucciso. Il caso è stato segnalato al magistrato di turno che verificherà se effettuare l’autopsia sul cadavere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.