Carpenedolo, sabato di lutto per Nolli e Orsini

Stamattina il funerale dell'operaio stroncato da un infarto mentre lavorava ad Acquafredda. Nel pomeriggio quello dell'imprenditore: donati i suoi organi.

Più informazioni su

(red.) Quella di oggi, sabato 31 agosto, sarà una giornata di dolore e lutto per Carpenedolo, nella bassa bresciana, che deve dare l’estremo saluto a due cittadini morti in circostanze tragiche. Il primo è l’imprenditore 67enne Dario Nolli che all’inizio della settimana, lunedì 26, era precipitato dal tetto della sua fabbrica in via Achille Pozzi. Stava verificando i danni del maltempo quando ha compiuto un volo di dieci metri e fino a restare agonizzante per due giorni all’ospedale Civile di Brescia dove era stato ricoverato.

In seguito era sopraggiunto il decesso. La famiglia ha autorizzato la donazione degli organi come estremo gesto di generosità e nel pomeriggio alle 14,30 sarà celebrato il funerale. Stamattina, invece, dalle 9,30 l’ultimo saluto a Dario Orsini, di 43 anni, che mercoledì 28 agosto aveva perso la vita dopo essere stato stroncato da un malore mentre lavorava alla “3 Emme” di Acquafredda.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.