Quantcast

Investito in via Bornata, muore 43enne

Gianpietro Muscio è deceduto sabato 27 pomeriggio dopo essere stato colpito da un'auto la sera prima mentre attraversava. Martedì 1 i funerali.

Più informazioni su

Muscio(red.) La striscia “nera” dei morti sulle strade bresciane si è allungata di un’altra vittima. Non ce l’ha fatta Gianpietro Muscio, 43 anni, che venerdì sera 26 febbraio era stato investito da una Smart in viale Bornata a Brescia. L’uomo aveva attraversato la strada nei pressi del Borgo Wuhrer ed era stato colpito dall’auto, forse per una distrazione o la pioggia incessante che potrebbe aver ridotto la visibilità. Subito dopo l’impatto, i soccorritori giunti sul posto si erano resi conto che le condizioni dell’investito erano molto gravi.
Era stato condotto in terapia intensiva nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Civile di Brescia dove i medici gli avevano riservato la prognosi. Ma la sua agonia è durata meno di 24 ore. Nel pomeriggio di sabato 27, infatti, il suo cuore ha smesso di battere. I suoi familiari hanno autorizzato l’espianto degli organi. Martedì 1 marzo alle 10 saranno celebrati i funerali nella basilica di Bagnolo Mella dove l’uomo abitava. Poi il suo corpo verrà cremato.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.