Quantcast

Attraversa i binari, 18enne uccisa dal treno

Il dramma alle 21 di venerdì 21 novembre in stazione a Brescia. La ragazza, appena scesa dal Brescia-Parma, travolta da un merci in transito.

stazione binari(red.) Una ragazza di 18 anni di Calvisano, Manuela Etim, italiana ma di origini marocchine, è stata travolta ed uccisa nella serata di venerdì 21 novembre da un treno merci in transito nella stazione di Brescia.
Il dramma si è consumato attorno alle 21 quando la giovane, che era appena scesa dal convoglio Parma-Brescia giunto sul terzo binario, insieme con la cugina di 25 anni, ha deciso di non servirsi del sottopassaggio ma di attraversare i binari. Il destino ha voluto però che proprio in quell’istante passasse a velocità sostenuta (80-100 mn/h) un mezzo diretto a Milano che procedeva ad andatura regolare. Il macchinista non ha potuto fare nulla per evitare l’impatto: la 18enne è stata scaraventata a grande distanza dal punto d’impatto, riportando gravissime ferite. Illesa, ma sotto choc, invece, l’altra ragazza che era con lei.
La giovane, che solo da pochi giorni era diventata maggiorenne, è statatrasportata alla Poliambulanza dove è spirata poco dopo.
I rilievi del tragcio incidente sono stati effettuati dalla Polfer.
A seguito dell’incidente i treni in transito per Brescia sono stati deviati sui binari secondari, ma non si sono registrati ritardi.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.