Quantcast

Incendio in Maddalena, botta e risposta tra Rolfi e Del Bono

Per l'assessore regionale il rogo scoppiato sulla montagna a ridosso della città è legato all'"incuria". Replica del sindaco: "Tocca alla Regione aiutare a mantenerla curata".

(red.) «Ringrazio ancora tutti coloro che stanno lavorando per spegnere l’incendio in Maddalena: operatori di protezione civile, vigili del fuoco, volontari e agenti delle Forze dell’ordine e della Polizia locale che hanno contribuito a circoscrivere l’area. Le immagini della nostra montagna in fiamme rimarranno scolpite per molto tempo nelle menti e nei cuori di tutti i bresciani. Credo sia ora doveroso interrogarsi seriamente però sullo stato di abbandono della Maddalena».
E’ il commento dell’assessore regionale della Lega Fabio Rolfi, postato su Facebook e che ha sollevato un botta e risposta con il sindaco di Brescia Emilio Del Bono .
«Certo gli incendi in periodi di siccità capitano, anche grazie al comportamento doloso degli uomini. Ma si possono anche prevenire migliorando la gestione dei boschi, pulendo la montagna, promovendo una politica forestale, realizzando linee tagliafuoco ed anche valorizzando un angolo di città oggi oggettivamente abbandonato e lasciato spesso a frequentazioni improprie. L’incuria che regna in Maddalena è evidente» ha aggiunto Rolfi.

«Serve un impegno collettivo volto a una maggiore cura dei boschi e del patrimonio naturalistico, promosso e coordinato dal comune di Brescia in primis. L’impegno dei prossimi mesi, anche in vista di Brescia capitale della cultura 2023, deve essere quello di realizzare uno studio approfondito per un percorso di riqualificazione del più importante polmone verde della città, che deve tornare a essere un elemento di attrattività, in chiave turistica, sportiva e naturalistica per la città. Abbiamo la fortuna di avere una “montagna” in città, abbiamo il dovere di non abbandonarla».

Piccata la replica del primo cittadino che ha stigmatizzato le parole dell’assessore all’Agricoltura, alimentazione e sistemi verdi: «Ogni volta che leggo le dichiarazioni di Rolfi provo tristezza», la risposta di Del Bono. «La maggior parte della Maddalena è di proprietà privata, come la zona andata in fiamme. L’assessorato di Rolfi, che ha competenza sui parchi e sulle zone verdi, dovrebbe essere il motore di risorse per la montagna, compresa la nostra Maddalena. Tocca a lui aiutare i privati a mantenerla curata».
«Al posto suo prima di parlare avrei aspettato- chiosa il sindaco- può essere che l’incendio sia doloso, e che l’incuria non c’entri».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.