Quantcast

Smog, “limitare i fuochi d’artificio”

Richiesta dell'assessore lombardo all'Ambiente Claudia Maria Terzi. "I prodotti sono inquinanti e rendono peggiore l'aria nelle ore successive".

Terzi(red.) In Lombardia il tradizionale saluto di fine anno per quello nuovo, accompagnato dai fuochi d’artificio e dagli spettacoli pirotecnici, potrebbe trovarsi proprio senza fuochi. La richiesta arriva dall’assessore regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi per lo stato di inquinamento da smog e polveri sottili che affligge l’intero ambito. Per questo motivo la delegata della giunta Maroni ha scritto ai sindaci, prefetture, direttori delle Asl, presidente di Arpa e ai comandanti di polizia locale e provinciale chiedendo di limitare l’uso, se non addirittura di vietarli.
Secondo l’assessore, i prodotti usati per gli spettacoli di fine anno sono molto inquinanti e aumenterebbero i valori di pessima qualità dell’aria nelle ore successive. Milano, per combattere lo smog, ha deciso di disporre il blocco dei veicoli dal 28 al 30 dicembre, mentre nel bresciano dal 28 al 31 è stata prorogata l’ordinanza in città e comuni dell’area critica. In pratica, niente mezzi euro 3 diesel e calo del riscaldamento.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.