Impazzano le sagre, Confesercenti protesta

La movida al Carmine riaccende la polemica anche sulle feste popolari. L'associazione di categoria bresciana richiede una regolamentazione più rigida.

(red.) Dopo la sentenza con la quale il Tar di Brescia chiede al Comune di affrontare la questione movida al Carmine in modo più invasivo di quanto abbia fatto in passato, a prendere posizione a difesa di bar e ristoranti della zona è ora  anche il presidente di Confesercenti, Alessio Merigo.
Il numero uno dell’associaizone di categoria, infatti, sulle pagine del Corriere della Sera ha fatto sapere che considera singolare l’attenzione dedicata al quartiere bresciano, soprattutto considerando le numerose le attività ben più invasive per i residenti che si svolgono in altre zone della città, principalmente in estate. Feste e sagre, infatti, non piacciono a Confesercenti, che da anni  richiede una regolamentazione più rigida delle stesse.
Prima di tutto sarebbe necessaria, nelle parole di Merigo, una distinzione  tra feste popolari, di partito e di associazioni rispetto a quelle che nascondono, in realtà, guadagni privati. Inoltre, si richiede che la durata massima venga limitata a tre giorni per ogni festa, che vengano pagati gli oneri per occupazione del suolo pubblico e la tariffa rifiuti, che vengano rispettate le normative igienico sanitarie e seguiti orari uguali a quelli rispettati dai pubblici esercizi. L’ obiettivo sarebbe quello di farne diminuire il numero delle sagre in modo consistente attraverso una legge regionale che imponga una serie di paletti a Comuni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.