Quantcast

The Apprentice, secondo il bresciano Matteo Gatti

L'imprenditore 38enne di Rovato non ce l'ha fatta ad aggiudicarsi il contratto a sei zeri della trasmissione condotta da Flavio Briatore. Vince il broker Francesco Menegazzo.

Più informazioni su

(red.) Nonostante fosse dato come il favorito, non ce l’ha fatta ad aggiudicarsi il contratto a sei zeri andato al vincitore del “reality business” The Apprentice, trasmissione andata in onda su Cielo e che si è chiusa martedì.
I concorrenti dovevano sfidarsi cimentandosi in diverse gare che mettevano in luce le capacità di marketing ed imprenditoriali degli aspiranti manager. Il tutto sotto il giudizio severo ed impalacabile di mister “Billionaire” Flavio Briatore.
Matteo Gatti, 38enne dirigente d’azienda di Rovato (Brescia), non ce l’ha fatta e a trionfare è stato il più giovane (29 anni) trader bancario trevigiano Francesco Menegazzo.
Gatti, un diploma mancato di maturità scientifica (si è fermato al quarto anno) e tanti anni di gavetta alle spalle, era stato annunciato come il vincitore fin dalle prime puntate. Non è andata così e per l’imprenditore bresciano, molto apprezzato per la genuinità e la capacità “di vendere ghiaccio agli eschimesi”, resta la consolazione di essere considerato dai suoi numeroi fans (sulle pagine di Facebook dve c’è una pagina a lui dedicata) come il “vincitore morale” della trasmissione.


Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.