Gambero Rosso, Miramonti l’Altro al top

Nella 23esima edizione della guida Ristoranti d’Italia 2013 il locale di Concesio conquista Due Forchette e 89 punti. Bene anche le osterie e trattorie nostrane.

Più informazioni su

(red.) Sono diverse le guide enogastronomiche che celebrano i migliori ristoranti d’Italia. Tra queste, la più celebre e senza ombra di dubbio quella del Gambero Rosso che ha anticipato, qualche settimana fa con l’uscita del vademecum regionale, le proprie segnalazioni sui locali che meritano una visita e una degustazione.
Nella guida Ristoranti d’Italia 2013 del Gambero Rosso (23esima edizione), presentata lunedì a Roma, si distingue anche la cucina bresciana che, nella categoria dei Gamberi, dedicata a osterie e trattorie, si aggiudica il punteggio massimo con ben due locali bresciani. Si tratta della Madia di Brione e della Osteria della Villetta dal 1900 di Palazzolo sull’Oglio.
Per quanto riguarda invece la categoria ristoranti, si conferma ancora una volta, il Miramonti L´Altro di Concesio, con Due Forchette e 89 punti, al quarto posto della classifica lombarda dopo Il Pescatore di Canneto (93), Ilario Vinciguerra di Gallarate (91) e Da Vittorio di Brusaporto (Bergamo, 90).
Bene anche il Gambero di Calvisano, che conquista un punteggio di 88 su100 e Due Forchette e, al terzo posto nella categoria a due Forchette anche Villa Fiordaliso di Gardone Riviera, seugito dal Rolly di Manerba e dal Monte Baldo di Limone, new entry con Una Forchetta e 75 punti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.