Quantcast

Quanto è bella Brescia: visite guidate il fine settimana

Più informazioni su

(red.) Continua il programma delle visite guidate organizzate dall’Assessorato al Turismo del Comune di Brescia, in coordinamento con il piano straordinario di promozione turistica concordato con Visit Brescia e con la collaborazione di Fondazione Brescia Musei.
Doppio l’appuntamento per sabato 13 novembre:
alle 10 la visita “Piacere, sono Alessandro Bonvicino ma tutti mi chiamano Moretto”. Un viaggio nella Brescia del rinascimento per fare amicizia con il grande pittore chiamato il Raffaello bresciano, per scoprire dove e quando sia nata la sua fortuna e chi siano stati i suoi committenti. Ritrovo in piazza Moretto, davanti alla statua, e arrivo in piazza del Foro.
Alle 15 prenderà il via il “Viaggio nella Storia – family tour”, un itinerario ludico – artistico per famiglie nel centro storico di Brescia. Un percorso a ritroso nel tempo per conoscere i nostri antenati. Tra quiz, giochi di abilità e divertenti prove i partecipanti dovranno cercare di guadagnarsi il passaporto necessario per viaggiare nel futuro. Incontro davanti al Capitolium.

 

Domenica 14 novembre, alle 15, la visita sarà invece dedicata alla chiesa di Sant’Alessandro: non fatevi ingannare dall’aspetto un po’ austero perché all’interno è custodita una delle meraviglie che arricchiscono la nostra città. Volete un suggerimento? L’autore ha lo stesso cognome di un celebre cocktail e racconta per immagini la storia di una giovane donna, Miryam, “una ragazzina sedicenne che ricevette la più misteriosa delle visite”. Un percorso in cui la storia e l’arte si sposano con la devozione e il tema dell’Annunciazione viene raccontato con le parole di Michela Murgia ed Erri de Luca. Incontro in piazzetta Sant’Alessandro.

Le visite guidate saranno gratuite fino al raggiungimento di un massimo di 20 persone a gruppo e le prenotazioni si potranno effettuare all’Infopoint di via Trieste 1, tramite telefono al numero 030/3061266, via WhattsApp al numero 342 6058111 o tramite e-mail infopoint@comune.brescia.it

 

 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Sabato 20 novembre | h 10

BRESCIA CITTA’ D’ACQUA – Dalle origini al medioevo

L’acqua, l’oro blu, il bene comune necessario per la nascita della vita. Anche la città di Brescia deve molta della sua fortuna all’acqua e nonostante i suoi numerosi canali siano stati coperti, Brescia è una città d’acqua. Brescia città d’acqua: dai tempi dell’acquedotto di epoca romana fino al medioevo: sorgenti miracolose, fontane taumaturgiche, acquedotti nascosti e storie di battaglie; perché l’acqua entra in tutta la Storia della città.

Ritrovo: piazza Tebaldo Brusato davanti alla fontana.

Punto di arrivo: Porta Bruciata.

Sabato 20 novembre | h 15

BRESCIA CITTA’ D’ACQUA – Dal medioevo ai giorni nostri

Saluteremo il medioevo scoprendo come l’acqua abbia dato una vera svolta all’economia cittadina e abbia contribuito alla nascita di nuove professioni fino alle scelte che hanno portato alla modificazione dell’assetto urbano del centro cittadino in epoca moderna.
Ritrovo: sotto il volto di Porta Bruciata.

Punto di arrivo: chiesa di San Faustino (via San Faustino).

Domenica 21 novembre | h 10

LA QUADRA DI SANT’ALESSANDRO

Collocata nella zona sud-est della città, scopriremo alcuni dei suoi segreti che si celano in superficie e nel sottosuolo, dall’eclettica Palazzina Stacchini, progettata dal fiorentino Ulisse Stacchini, lo stesso della Stazione Centrale di Milano, alla storia del Molin del Brolo. Lungo il percorso incontreremo la chiesa omonima, il palazzo che ospitò Stendhal, quello il cui portone doveva essere tenuto aperto per poterne ammirare il bel giardino, la Sala Azzurra e quella di Diana, fino a ritracciare l’elegante atelier di Edwige Bellman, la sarta viennese di Gabriele D’Annunzio. Punto di incontro: corso Cavour davanti a Birbes

Sabato 27 novembre | ore 10

LE STATUE RACCONTANO

Una passeggiata guidata a Brescia per conoscere caratteristiche e curiosità delle statue che ne impreziosiscono il centro storico. Molte di loro sono state realizzate dopo l’Unità d’Italia per presentare la città ai forestieri, scegliendo almeno per i quattro punti cardinali, statue di personaggi illustri che dovevano ben rappresentare la città. La scelta cadde sul bresciano Giuseppe Zanardelli (insegne giurista e primo ministro), Arnaldo da Brescia e due personaggi che bresciani non sono: Giuseppe Garibaldi e Cesare Battisti. Incontro sotto la statua di Arnaldo in piazzale Arnaldo

Domenica 28 novembre | h 15

BRESCIA DUE. PROMENADE

Diffidate di quanti affermano che a Brescia Due non ci sia nulla di interessante. Certo mancano le architetture rinascimentali di piazza Loggia ma quest’anno il Cavalcavia compie pur sempre i suoi primi 60 anni! Scopriremo com’è nata quest’area, in cui nel 1932 fu costruito il gasometro, costellata di grattacieli, un parco al cui interno qualche anno fa è stato inaugurato il “Giardino dei Giusti” e attraversata, almeno un tratto, da una via con uno strano nome: Santa Maria del Mare, dedicata ai gitani.

Non siete un po’ curiosi?

Punto di incontro: via Saffi 11, di fronte a Crespi Bonsai

Sabato 4 dicembre | ore 15

CHIESA DELLA PACE

Praticamente un inno al Settecento! Dall’architettura progettata dall’archistar veneziana Giorgio Massari, alle monumentali sculture di Antonio Calegari, alle pale da altare dei pittori veneti più celebri dell’epoca, tra cui il capolavoro dipinto da Pompeo Batoni, donato alla chiesa dal cardinale Angelo Maria Querini. Anche la musica qui ha uno dei suoi templi perché per lei nel 1712 Antonio Vivaldi compose lo Stabat Mater. Una volta usciti percorreremo insieme la contrada dei Lecapesti, oggi via della Pace.

Punto di incontro: via della Pace 10, davanti all’ingresso della chiesa.

Domenica 5 dicembre | ore 10

ALL’OMBRA DELLA PALLATA: VICOLI, RUE E CURIOSITA’

Vieni a scoprire il fascino dei vicoli medioevali: partendo dalla Chiesa del Carmine passeggeremo lungo gli intricati vicoli per raccontarvi le storie di chi ha creato e vissuto questi luoghi nei secoli scorsi. Incontro davanti alla chiesa di S.M. del Carmine.

Domenica 5 dicembre | h 15

TRACCE DI CHIESE (QUASI) SCOMPARSE

Si nascondono, si camuffano, fanno di tutto per non farsi riconoscere. Sono le tracce delle antiche chiese, oratori, discipline che nei secoli hanno occupato il centro storico di Brescia. Dopo le spoliazioni dalla fine del 1700 in che cosa si sono trasformati quei luoghi di silenzio e preghiera? Storie di luoghi che sono la storia della città. Ritrovo: piazza Moretto davanti alla statua. Punto di arrivo: nei pressi della chiesa di Santa Maria della Carità.

Mercoledì 8 dicembre | ore 10

LE STATUE RACCONTANO

Una passeggiata guidata a Brescia per conoscere caratteristiche e curiosità delle statue che ne impreziosiscono il centro storico. Molte di loro sono state realizzate dopo l’Unità d’Italia per presentare la città ai forestieri, scegliendo almeno per i quattro punti cardinali, statue di personaggi illustri che dovevano ben rappresentare la città. La scelta cadde sul bresciano Giuseppe Zanardelli (insegne giurista e primo ministro), Arnaldo da Brescia e due personaggi che bresciani non sono: Giuseppe Garibaldi e Cesare Battisti. Incontro sotto la statua di Arnaldo in piazzale Arnaldo.

Sabato 11 dicembre | ore 10

I FASTI BAROCCHI A BRESCIA

In questo speciale itinerario Guida Artistica vi porterà nella Brescia del ‘600-‘700, al tempo del Duomo Nuovo e degli sfavillanti marmi di Santa Maria della Carità per conoscere i fasti barocchi che hanno trasformato il volto di tante chiese di Brescia.  

Incontro davanti alla Chiesa di Santa Maria della Carità

Sabato 11 dicembre | ore 15

LE VIE DELLA LIBERTÀ

A Brescia esistono percorsi meno evidenti ma non per questo meno coinvolgenti, soprattutto se protagonista è la Memoria, sempre più difficile da conservare. Ripercorre le tracce di una storia spesso dimenticata, alla ricerca dei luoghi e della presenza degli ebrei in città, dall’epoca romana fino al secondo conflitto mondiale. Attraverseremo le successive “ferite” di Brescia lungo il Memoriale delle vittime del terrorismo e della violenza politica, avendo sempre come meta la Libertà, in nome della quale molti morirono e lottarono.

Punto di incontro: piazza Loggia sotto la Torre dell’orologio.

Domenica 12 dicembre | h 15 – Oltre il Tondino

BRIXIA e il MAGICO TEMPO DEL NATALE

Ascoltiamo una storia antica, che ci riporti indietro, al tempo unico e speciale come quello del Natale, perché ogni festa affonda le sue radici nel tempo della nostra storia, cercarle significa un po’ ritrovare il senso primordiale che la celebrazione rappresenta.
Un itinerario fra una spesa e l’altra, immersi nell’atmosfera delle luminarie della città alla ricerca dei simboli e dei significati antichi e profondi del Natale, senza però farci mancare qualche curiosità! Ritrovo: piazza del Foro. Punto di arrivo: piazza della Loggia.

Sabato 18 dicembre | ore 15

BRESCIA DUE. PROMENADE

Diffidate di quanti affermano che a Brescia Due non ci sia nulla di interessante. Certo mancano le architetture rinascimentali di piazza Loggia ma quest’anno il Cavalcavia compie pur sempre i suoi primi 60 anni! Scopriremo com’è nata quest’area, in cui nel 1932 fu costruito il gasometro, costellata di grattacieli, un parco al cui interno qualche anno fa è stato inaugurato il “Giardino dei Giusti” e attraversata, almeno un tratto, da una via con uno strano nome: Santa Maria del Mare, dedicata ai gitani.

Non siete un po’ curiosi?

Punto di incontro: via Saffi 11, di fronte a Crespi Bonsai.

Si ringraziano le guide di “Guida Artistica” e “Oltre il Tondino”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.