Quantcast

“MEETmeTONIGHT – Faccia a faccia con la ricerca: venerdì 24 settembre

Più informazioni su

    (red.) Torna l’evento di divulgazione scientifica “MEETmeTONIGHT – Faccia a faccia con la ricerca. Venerdì 24 settembre l’iniziativa annuale della Notte Europea dei Ricercatori, promossa dalla Commissione Europea per favorire l’incontro tra ricercatori e cittadini e valorizzare la cultura della ricerca, fa tappa anche a Brescia.
    L’iniziativa, dedicata a studenti e docenti delle scuole bresciane, è promosso e organizzato anche quest’anno da Università degli Studi di Brescia, Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Brescia), Laba – Libera Accademia di Belle Arti, Accademia di Belle Arti SantaGiulia, Conservatorio Luca Marenzio e Fondazione Brescia Musei. Una grande rete nel nome della Ricerca, che si avvale della collaborazione del Comune di Brescia e dell’Ufficio scolastico Territoriale.
    Nel corso della giornata, ciascuna realtà proporrà le proprie attività di ricerca online o in presenza e i ricercatori saranno chiamati a raccontare la loro ricerche in maniera divulgativa e coinvolgente. Novità di quest’anno il maxischermo installato in largo Formentone, sul quale saranno trasmessi, durante tutta la giornata, brevi contributi video di presentazione dei progetti di ricerca di tutti gli enti coinvolti.

     

    Il programma completo delle attività proposte a Brescia è consultabile sul sito ufficiale: https://www.meetmetonight.it/scopri-i-programmi-delledizione-2021/

    Università degli Studi di Brescia

    L’Università degli Studi propone, per la mattina, il racconto online di 9 laboratori di ricerca. Tanti i temi: dalle cellule staminali e ai modelli in vitro di malattia, alla sindrome da post-terapia intensiva da covid; dalle nanotecnologie al riciclo; dall’esplorazione dei compiti di un ingegnere ambientale alle ricerche su ambiente, salute e sostenibilità; dalle potenzialità dei rifiuti da costruzione in un’ottica di economia circolare, alla robotica, con approfondimento sulle plastiche intelligenti, per arrivare allo sportello della scienza per la gestione, il controllo e il consumo sostenibile dell’acqua.

    I video dei laboratori saranno pubblicati venerdì mattina e rimarranno a disposizione sul canale ufficiale YouTube all’indirizzo bit.ly/MEETmeTONIGHT2021_laboratori.

    Il programma dell’Università degli Studi di Brescia prosegue nel pomeriggio. Dalle 15:00, nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management (via S. Faustino 74/b), va in scena il talk “Lo spettacolo della scienza”: le ricercatrici e i ricercatori dell’Università raccontano in pochi minuti i progetti di ricerca che hanno ottenuto un finanziamento nazionale o internazionale all’interno di una programmazione suddivisa per aree tematiche. Un esperimento di scienza a teatro, una strada originale e coinvolgente per affrontare le grandi domande della scienza: presentano la prof.ssa Mariasole Bannò e l’attore teatrale Andrea Albertini. Le iscrizioni sono aperte fino ad esaurimento dei posti disponibili (https://www.eventbrite.it/e/biglietti-meet-me-tonight-talk-174106255497).

    Economia circolare e sostenibilità

    Dopo i saluti istituzionali della prof.ssa Marina Pizzi, Prorettrice alla ricerca e ai laboratori interdipartimentali, il talk si apre con “Economia circolare nei settori dell’olio d’oliva e del vino”, l’intervento del prof. Mentore Vaccari dedicato alla valorizzazione dei sottoprodotti e residui attraverso processi innovativi e nuovi modelli di business e, a seguire, “Il recupero dei materiali di scarto in agricoltura”: il prof. Giorgio Bertanza presente un protocollo per la tutela dell’ambiente e della salute. Segue “Biometano per una società sostenibile”: il laboratorio di circular economy del biometano della prof.ssa Marialuisa Volta e “Nuove tecnologie per una mobilità sostenibile e resiliente”: il prof. Giovanni Plizzari, insieme alla prof.ssa Alessandra Flammini presenta il progetto MoSoRe.

    Agricoltura

    La giornata prosegue con “Gestione dei flussi di azoto in allevamenti di bovini da latte”: buone pratiche per il territorio con il prof. Gianni Gilioli. Successivamente, il prof. Giorgio Sperandio approfondisce il tema dell’apicoltura e dei servizi di impollinazione con “Progettare sistemi agricoli sostenibili e resilienti” e la prof.ssa Isabella Ghiglieno illustra “Le nuove frontiere della ricerca per una viticoltura sostenibile”.

    Medicina

    La fatica cronica neuromuscolare nei pazienti ricoverati in terapia intensiva è al centro dell’intervento del prof. Francesco Negro “Sindrome Post-Terapia intensiva da Covid-19”, mentre il prof. Paolo Bossi approfondirà nuove strategie di preservazione e prevenzione in “I tumori della laringe”.

    Chimica e material science

    Il talk prosegue con il laboratorio Sensor Lab della prof.ssa Elisabetta Comini, al centro di “Nanotecnologie per un futuro sostenibile”. A seguire, “A caccia di microplastiche in mare”: nuove strategie di recupero e di riciclo con la prof.ssa Stefania Federici. In “Analisi a raggi X dei metalli pesanti” la prof.ssa Laura Borgese approfondisce i nuovi strumenti per lo screening delle sostanze tossiche nella catena alimentare.

    Chiude la giornata “Comunicare la scienza”, il laboratorio di Theatre Teaches a cura della prof.ssa Mariasole Bannò.

    Università Cattolica

    La pandemia rallenta ma non ferma MEETmeTONIGHT – “Faccia a Faccia con la Ricerca”, l’evento legato alla Notte Europea dei Ricercatori, in programma online nella giornata del 24 settembre. Anche l’Università Cattolica sarà presente con i suoi ricercatori collegati in streaming, per raccontare i diversi settori della ricerca che contraddistinguono le facoltà.

    In particolare a Brescia quest’anno, in concomitanza con l’apertura del nuovo campus, le protagoniste saranno le tre facoltà presenti a Mompiano.

     

    La facoltà di Scienze della formazione, in collaborazione con l’Alta Scuola per l’Ambiente (ASA) propone IN GIOCO PER IL FUTURO.  Sustainability in the city. In una sfida a squadre gli studenti verranno coinvolti per esplorare in forma ludico-interattiva la prospettiva della sostenibilità muovendo dai 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.  In particolare, le tematiche analizzate saranno: cities and mobility, circular economy, planet earth, health and wellbeing, education and behavioural change, tecnologies for future.

      

    Con un nuovo strumento neuroscientifico predisposto dalla facoltà di Psicologia i giovani potranno verificare la loro propensione alla dipendenza da internet e il comportamento di “gambling”. Il Laboratorio prevede un testing individuale e un rapido riscontro per tutti i partecipanti. La seconda proposta della facoltà è un laboratorio per capire Perché seguiamo la scia o andiamo controcorrente? Il potere degli altri sulle scelte individuali. Attraverso un breve video sarà possibile vedere cosa accade quando ci troviamo in una situazione in cui la presenza di altre persone influenza la scelta individuale. Quali meccanismi stanno alla base della scelta di uniformarsi o di andare controcorrente? Il laboratorio prevede un primo momento di riflessione attivato dal video, seguito da un momento di discussione in gruppo.

     

    La facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali ha strutturato un viaggio, in diretta streaming, nei laboratori di fisica e di matematica per mostrare come catturare gli effetti quantistici usando le spettroscopie ultraveloci e come controllarli su scale nanometriche; si potrà ascoltare il suono delle onde gravitazionali e capire gli scambi gassosi tra atmosfera e vegetazione. Un gioco divertente e accattivante farà da comune denominatore ai vari racconti: durante le dirette compariranno gli indizi che serviranno a scoprire il nome del matematico o del fisico che nel frattempo si sarà intrufolato nei laboratori.  

     

    In diretta streaming sui social d’ateneo, dalle 12 alle 13, i ricercatori delle tre facoltà si confronteranno coi rappresentanti del mondo delle imprese  per capire come favorire il dialogo fra la ricerca universitaria e le aziende che fanno innovazione. Paola Zini (Università Cattolica) sarà in dialogo con Raffaella Bianchi (Streparava SpA) per presentare pratiche di conciliazione fra la vita e il lavoro e le ricadute sul benessere lavorativo, personale e familiare. Per la facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Claudio Giannetti presenterà la collaborazione con Serioplast per lo sviluppo di sensori basati su laser che possano misurare in tempo reale perdite di gas in linea di produzione. Sarà presente Massimo Rosati – R&D Director della Serioplast.

    Si parlerà di sport e talento con Chiara D’Angelo, docente della facoltà di Psicologa. In particolare, verrà presentata la ricerca sviluppata con la federazione italiana handball su come supportare gli atleti nella loro carriera sportiva di alto livello e a livello giovanile, per sviluppare al meglio il talento. Sarà presente Marcello Visconticonsigliere federale per la componente atleti Federazione Italiana Gioco Handball (FIGH).

    Laba

    Per la Notte dei Ricercatori 2021 Laba – Libera Accademia di Belle Arti ha preparato un percorso, nella sua sede di Via Don Vender, per accompagnare i visitatori attraverso la scoperta dei lavori più significativi realizzati dagli studenti negli ultimi anni accademici.

    Un viaggio che porterà a conoscere la ricerca fotografica sul tema “patrimoni” dell’ultimo Brescia Photo Festival, quella di design con i prototipi delle tesi stampati in 3D, quella nel cinema con il corto premiato a Venezia ed i lavori dell’atelier di cinema sperimentale ed infine quella interdisciplinare con i lavori prodotti durante la prima fase dalla pandemia ed esposti già al Mo.Ca ed al Bunkervik.

    Inoltre Laba – Libera Accademia di Belle Arti sarà rappresentata nell’Installazione di Meet Me Tonight 2021 in prossimità della Loggia da un video di cinema sperimentale che ben riassume il senso della ricerca nelle arti audio visive.

    Accademia SantaGiulia e Conservatorio Luca Marenzio

    Per questo evento, divenuto nel corso degli anni uno degli appuntamenti più importanti per la diffusione della cultura scientifica e della ricerca presso i cittadini di tutte le età su scala nazionale, l’Accademia di Belle Arti SantaGiulia e il Conservatorio Luca Marenzio si uniranno per far conoscere esperienze e riflettere intorno al tema della Ricerca nelle istituzioni AFAM.

    La giornata è così articolata:

    – Un programma laboratoriale dedicato agli studenti delle scuole superiori che si affacciano sul futuro;

    – Un programma per i docenti e ricercatori, veri protagonisti della ricerca e lavoratori attivi nel sistema della cultura e della formazione;

    – Una tavola rotonda di confronto sullo stato dell’arte e sul futuro della ricerca nelle Istituzioni AFAM.

    Per gli studenti delle scuole superiori

    In diretta streaming dalla sede dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia

    La mattinata dedicata agli studenti delle scuole superiori è caratterizzata da incontri e laboratori tra arte, ricerca e musica: dalle ore 9.00 fino alle ore 13.00 studenti, docenti e professionisti dell’Accademia di Belle Arti SantaGiulia e del Conservatorio Luca Marenzio mostreranno, racconteranno e faranno vivere in prima persona i progetti realizzati. Esecuzioni acusmatiche, visite guidate in mostre interattive, visioni di progetti e analisi del mondo di Instagram: sono alcune delle esperienze proposte a distanza.

    Per iscriversi: https://www.accademiasantagiulia.it/notizie-eventi/meet-me-tonight-2021-la-ricerca-nelle-istituzioni-afam

    Per i docenti e ricercatori

    In diretta streaming dalla sede del Conservatorio Luca Marenzio

    L’obiettivo del programma, interamente online, progettato per i docenti e i ricercatori è di mostrare esperienze di ricerca concrete condotte dall’Accademia di Belle Arti SantaGiulia e il Conservatorio Luca Marenzio.

    Dopo i saluti istituzionali gli stessi docenti delle due istituzioni presenteranno i progetti realizzati negli ultimi anni, mostrando studio di fattibilità, metodologia e concretizzazione degli studi. Dalla digitalizzazione dei fondi musicali della biblioteca del Conservatorio di Brescia allo studio delle ferite del corpo sindonico tra anatomopatologia, scultura, pittura e modellazione 3D; dal restauro musicale al periodico IO01 Umanesimo Tecnologico: docenti e ricercatori avranno modo di conoscere gli studi per poter affrontare, alla fine della mattinata, un dibattito conclusivo in merito alla ricerca artistica. Un dibattito per potersi confrontare e scoprire nuovi punti di vista.

    Per iscriversi: https://www.consbs.it/meet-me-tonight-2021/

    Per le Istituzioni AFAM e Università

    In diretta streaming o in presenza su prenotazione dalla sede del Conservatorio Luca Marenzio

    Presso il Salone Dal Cemmo del Conservatorio Luca Marenzio, dalle ore 14.30, si riuniranno Direttori e Research Project Leaders delle realtà AFAM lombarde (Conservatori, Accademie di Belle Arti, Istituti che rilasciano titoli AFAM nel settore del Design, della Moda e del Suono per condividere, attraverso interventi programmati e una tavola rotonda, il senso, le prospettive e i nodi metodologici della ricerca artistica oggi. Ricerca pura? Interdisciplinare? Applicata? Come valutare l’impatto e la qualità della ricerca artistica? Domande che meritano un confronto e un’approfondita riflessione, a partire dalle esperienze in atto, per prefigurare e condividere nuovi paradigmi.

    Per iscriversi: https://www.consbs.it/meet-me-tonight-2021/

    Fondazione Brescia Musei

    bresciamusei.com

    IL RESTAURO COME STRUMENTO DI INDAGINE E DI RICERCA
    Ore 11.30 ritrovo presso la biglietteria del Museo di Santa Giulia

    Attività a cura di Davide Sforzini, Servizi educativi

    Un insolito appuntamento presso Santa Giulia, all’interno degli affascinanti depositi che conservano le opere pittoriche della Pinacoteca Civica, per scoprire il mestiere del restauratore, un ricercatore capace di utilizzare strumenti sofisticati che unisce competenze artistiche e rigore scientifico. Per questo motivo il restauro è anche un momento di scoperta che porta nuove informazioni che permettono una nuova lettura sia storica sia estetica dell’opera d’arte.

    RICERCA ARCHEOLOGICA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO

    Ore 14.30, con ritrovo presso la biglietteria del Museo di Santa Giulia
    Visita tematica a cura di Francesca Pagliuso, Servizi educativi

    Attraverso una selezione delle straordinarie immagini di Alfred Seiland, nella mostra IMPERIVM ROMANUM. Fotografie 2005 – 2020 del Brescia Photo Festival 2021, verranno illustrati alcuni dei principali ambiti di azione della ricerca archeologica, dallo scavo, alla ricognizione di superficie, al restauro, all’analisi dei documenti e della storia, nonché delle innumerevoli e variegate modalità di valorizzazione del patrimonio antico e delle ricadute sulla società contemporanea.

    RITRATTI FOTOGRAFICI D’ORNATO A BRESCIA. GIACOMO ROSSETTI (1807-1882) E LA “LUCE COSTRETTA A FARSI PITTRICE”
    Ore 17.00, Auditorium di Santa Giulia
    a cura dell’Ing. Elisa Sala, Ph.D, assegnista di ricerca in Storia dell’architettura (Università degli Studi di Brescia – DICATAM)

    Nel 1871 il fotografo pittore Giacomo Rossetti pubblica due raccolte di ‘Ritratti fotografici dei fregi ed ornati di eccellenti architetture bresciane’: il palazzo della Loggia e la chiesa di S. Maria dei Miracoli. Gli album divengono in breve tempo essenziali punti di riferimento rispondendo, con grande efficacia, alle aspettative ricercate nel mezzo fotografico in campo architettonico e artistico: l’essere documento iconografico di studio, strumento didattico e, al tempo stesso, attestazione veritiera dello stato di fatto del patrimonio edilizio riuscendo a coglierne il dettaglio scultoreo che ben si presta alla resa chiaroscurale e volumetrica. Un’occasione per riflettere sul connubio tra architettura e fotografia nella Brescia di secondo Ottocento.  

    Gli eventi sono gratuiti per partecipare è necessaria l’esibizione del green pass.

    Per iscriversi: CUP Fondazione Brescia Musei 030.2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.