Quantcast

Brescia, visite gratuite al Ridotto del Teatro Grande

Da martedì 3 agosto e fino a venerdì 27 gli spazi del Teatro saranno liberamente accessibili a turisti e visitatori.

Più informazioni su

(red.) La Fondazione del Teatro Grande di Brescia non ferma le attività e annuncia le aperture straordinarie del Ridotto durante il mese di agosto.
Un vero e proprio gioiello architettonico si rende fruibile gratuitamente permettendo alla cittadinanza di accedere a uno tra i più suggestivi spazi settecenteschi del territorio.

A partire da martedì 3 agosto e fino a venerdì 27 gli spazi del Teatro saranno infatti liberamente accessibili a turisti e visitatori. L’ingresso è dal martedì al sabato dalle  11 alle 19, gratuitamente e senza necessità di prenotazione.

Sarà così possibile ammirare la magnificenza del Ridotto e i documenti storici legati al debutto bresciano dell’opera Madama Butterfly. Oltre al manifesto originale del 1904, nella Saletta Butterfly sono infatti conservate anche l’immagine originale del cast e una lettera autografa scritta da Giacomo Puccini relativa alla prova generale dell’opera. Da non perdere anche la Sala del Teosa, un vero e proprio scrigno affrescato e perfettamente conservato.

Nelle giornate del 3, 25, 26 e 27 agosto sono inoltre previsti degli interventi musicali dal vivo a cura della giovane formazione del Bazzini Consort.
In attesa della nuova stagione di spettacoli che inaugurerà a settembre, la Fondazione del Teatro Grande decide quindi di tenere aperte le porte di uno dei monumenti più visitati della città. Una proposta che si inserisce nel più ampio progetto di turismo culturale che intende valorizzare le potenzialità del Teatro Grande nella sua veste di monumento storico.

Il Caffè del Teatro Grande Berlucchi sarà aperto fino a domenica 1 agosto per poi riaprire sabato 28 agosto, in concomitanza con la ripresa dell’attività di spettacolo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.