Quantcast

Posticipato al 9 luglio l’incontro con Ilvo Diamanti “La democrazia sospesa”

(red.) Sarà posticipato al 9 luglio l’incontro con Ilvo Diamanti previsto in un primo momento per il 6 luglio. In vista della semifinale degli Europei di calcio: Italia-Spagna, il comitato scientifico del Festival, di concerto al comune ospitante, su gentile concessione del relatore, ha deciso di posticipare l’incontro con Ilvo Diamanti da martedì 6 luglio a venerdì 9 luglio, sempre alle ore 21.00, nell’Auditorium Unità d’Italia sito nel Piazzale Carlo Cattaneo a Timoline di Corte Franca (Bs).

Nel suo intervento, che si preannuncia molto atteso, Ilvo Diamanti affronterà l’argomento de La democrazia sospesa, riflettendo su come il nostro Paese è cambiato, dopo la crisi legata al virus. La richiesta di un leader forte è condivisa soprattutto da chi ha più paura del contagio. Nell’Italia sospesa vince la stabilità. I partiti sono in stallo e resta solo il governo. La pandemia spinge i cittadini a condividere scelte fatte nell’interesse comune. Un’analisi su come siamo cambiati e su cosa è cambiata l’Italia con la pandemia.

 

Ilvo Diamanti è ordinario di Scienza Politica nella Facoltà di Sociologia e Prorettore per i rapporti internazionali e con il territorio dell’Università degli studi di Urbino “Carlo Bo”, dove ha fondato e dirige il Laboratorio LaPolis. Tra le numerose attività istituzionali è stato membro della “Commissione parlamentare sull’intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio etnico”. Dal 1995, tiene un corso di Régimes politiques comparés presso l’Ecole Doctorale di Parigi. È membro del comitato scientifico e editoriale di numerose riviste tra cui «Limes». Collabora con il quotidiano «Le Monde», è stato editorialista per «Il Sole 24 Ore» e attualmente per il quotidiano «la Repubblica», dove settimanalmente disegna le «Mappe della politica e della società italiana. Diamanti è fondatore e Presidente di Demos & Pi, il noto istituto di ricerca che opera nell’ambito della ricerca politica e sociale attraverso indagini di carattere locale, nazionale ed internazionale. Le indagini realizzate mirano studiare gli orientamenti, le opinioni, i comportamenti della società. Una particolare attenzione è riservata ad alcune dimensioni, considerate topiche all’interno di questa tradizione di studi: il rapporto fra cittadini, istituzioni e politica; il capitale sociale; la solidarietà, la cittadinanza e l’integrazione; l’identità e i bisogni territoriali; gli atteggiamenti e i comportamenti pubblici e privati. La continuità delle indagini è assicurata grazie alla collaborazione di importanti partner strategici: ANCC-COOP, Il Gazzettino, La Repubblica, Fondazione Unipolis, Intesa Sanpaolo, GEDI Gruppo Editoriale. Tra i suoi scritti, ricordiamo: Un salto nel voto. Ritratto politico dell’Italia di oggi (con F. Bordignon e L. Ceccarini) Laterza 2013; Democrazia ibrida, Laterza 2014; Dare i numeri. Le percezioni sbagliate sulla realtà (con N. Pagnoncelli), EDB 2016; Le divergenze parallele. L’Italia: dal voto devoto al voto liquido (con F. Bordignon e L. Ceccarini), Laterza 2018; Tra politica e società. Fondamenti, trasformazioni e prospettive (con L. Ceccarini), Il Mulino 2018.

 

L’incontro è a ingresso libero. Si potrà accedere fino a esaurimento posti, nel rispetto delle normative anti-Covid. Per maggiori informazioni si consiglia di andare sul sito: www.filosofilungologlio.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.