Quantcast

“1, 2, 3 Musei del Garda”: app gratuita dedicata alle perle del Benaco

(red.) Un nuovo modo di esplorare i luoghi della cultura gardesani, anche a distanza. Come? Con l’app “1, 2, 3 Musei del Garda”, voluta dalla Direzione regionale Musei Lombardia e sviluppata da Ett S.p.A.
L’app, scaricabile gratuitamente dagli store Android e IOS, guida il visitatore alla scoperta di tre siti della Direzione affacciati sul celebre lago: il Castello Scaligero e le Grotte di Catullo a Sirmione e la Villa Romana a Desenzano del Garda. 

grotte-catullo

Per ogni museo sono stati predisposti percorsi diversi per durata e tipologia, arricchiti da approfondimenti testuali e video, gallerie fotografiche e immagini a 360°, esperienze in realtà aumentata e giochi interattivi per i più piccoli. Ideata come strumento di accompagnamento alla visita, l’app offre – ora che i nostri musei sono nuovamente chiusi – la possibilità di conoscerli e di avere anche una anticipazione virtuale delle loro caratteristiche uniche: la vista spettacolare dal mastio del Castello, la grandiosità delle Grotte protese sul lago; la raffinatezza inventiva nei mosaici della Villa…

villa-romana-home-header[2]

Il download è strutturato in diverse fasi, così da aiutare nella scelta dei contenuti più adatti alle proprie esigenze, evitando di appesantire la memoria di cellulare o tablet. Coerentemente con gli indirizzi della Direzione regionale Musei della Lombardia la app vuole parlare a pubblici diversi: è in 6 lingue (italiano, inglese, tedesco, spagnolo, francese e russo), con descrizioni nella duplice versione per ascolto o lettura, itinerari per persone con difficoltà motorie, percorsi per le famiglie.
Uno strumento immaginato come supporto prima, durante e dopo la visita, che ora diventa anche l’ambasciatore dei nostri musei presso i visitatori che siamo pronti a riaccogliere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.