A Santa Giulia con Geronimo Stilton, bando da 200 mila euro per Brescia Musei

Più informazioni su

(red.) Il nuovo anno inizia all’insegna dei migliori auspici. Fondazione Brescia Musei ha vinto due prestigiosi bandi: il bando PER LA CULTURA, attraverso il quale Fondazione Cariplo co-finanzierà per un importo di 200.000 euro un progetto realizzato con il famoso topo giornalista Geronimo Stilton, per la creazione e l’utilizzo di una innovativa App-Game museale; il bando Strategia Fotografia 2020 con cui il MiBACT-Ministero per i beni e le attività culturale e per il turismo ha assegnato alla Fondazione Brescia Musei un contributo di 25.000 euro per il progetto “Con amore e cura grandissima” dedicato al restauro della gigantografia della facciata della Chiesa dei Miracoli, opera di Giacomo Rossetti.


UN’APP-GAME INNOVATIVA PER SCOPRIRE I MUSEI CIVICI CON GERONIMO STILTON IN REALTÀ AUMENTATA.
Il progetto, che nasce nel contesto dell’emergenza sanitaria che ha scosso profondamente anche il mondo culturale, mira a incentivare il coinvolgimento di differenti tipi di pubblico, dagli Istituti Scolastici, al pubblico di prossimità fino ai turisti stranieri, dato che la App-Game sarà sviluppata anche in lingua inglese.
Geronimo Stilton – nato da un’idea di Elisabetta Dami – è il personaggio di cui Atlantyca Entertainment gestisce i diritti editoriali internazionali nonché quelli di animazione e di licensing per tutto il mondo. La serie di libri di Geronimo Stilton, pubblicata in Italia da Edizioni PIEMME, è diventata un fenomeno globale con 170 milioni di libri venduti in tutto il mondo e 3 serie animate coprodotte con Rai Fiction e distribuite in oltre 130 paesi.
Molto amate dai suoi giovani fan, le storie di Geronimo Stilton sono permeate da valori positivi quali l’amicizia, l’amore per la famiglia, la lealtà, il rispetto per l’ambiente, la gentilezza e l’altruismo; in particolare i racconti raccolti sotto il titolo di Viaggio nel tempo trattano temi riguardanti la cultura, l’arte e in generale l’avventura a fini conoscitivi. Geronimo Stilton sarà dunque un ambasciatore ideale per coinvolgere le giovani generazioni e far loro conoscere il patrimonio culturale cittadino.
Fondazione Brescia Musei promuove, attraverso questo innovativo progetto, un nuovo modello di offerta culturale con la realizzazione di un’applicazione ludo-educativa volta a incrementare i progetti di gamification, come nuove strategie di insegnamento e apprendimento.
L’elaborazione ludica della realtà agevola la comprensione di concetti astratti e impegnativi, per cui Geronimo Stilton si conferma “mediatore museale” in quanto ponte tra l’Arte da un lato e la famiglia e la scuola dall’altro. Sarà infatti possibile, utilizzare l’App in coordinamento con i contenuti trasmessi sulla Lim multimediale utilizzate in classe.

Il progetto sarà esteso a tutti i Musei Civici bresciani: Santa Giulia e Parco archeologico, Pinacoteca Tosio Martinengo e al Castello. Verranno create tre singole App-Game da attivare nelle diverse sedi, unite da scopi comuni, per spingere i partecipanti a visitare tutte le sedi in un avventuroso percorso di scoperta.
L’App-Game sarà sviluppata da dalla PMI innovativa Way S.r.l., i contenuti storici e artistici saranno curati dai Servizi educativi di Fondazione Brescia Musei, mentre l’adattamento in chiave “stiltoniana” sarà seguito da Atlantyca S.p.a. Il progetto coinvolge diversi ambiti di intervento quali: educazione, scuola, turismo e prevedrà il supporto di numerosi e importanti stakeholder territoriali. Con l’occasione si procederà anche ad un rinnovamento del portale internet bresciamusei.com migliorando in particolare la facilità di fruizione, l’engagement e l’analisi statistica. Il progetto sarà terminato e fruibile a partire dall’estate 2021.

 

“CON AMORE E CURA GRANDISSIMA” PER IL RESTAURO DELLA GIGANTOGRAFIA DI GIACOMO ROSSETTI. Il bando Strategia Fotografia 2020, promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea (DGCC) del MiBACT, sostiene le azioni a sostegno della fotografia e nello specifico, ha assegnato euro 26.000 euro al progetto “Con amore e cura grandissima” di FBM al restauro della fotografia di Giacomo Rossetti.

Il progetto verte, quindi, sul restauro della gigantografia (cm 300×250) riproducente la facciata della chiesa dei Miracoli realizzata dal fotografo bresciano Giacomo Rossetti attraverso la giustapposizione di numerose stampe all’albumina. Premiata all’Esposizione Industriale di Vienna del 1873, l’opera fu acquistata dal Comune di Brescia nel 1903 ed è parte della collezione dell’Archivio Fotografico dei Civici Musei d’Arte e Storia, costituitosi in parallelo allo sviluppo delle collezioni museali e dotato di propri registri a partire dal 1935. L’opera di Giacomo Rossetti è documentata complessivamente da 167 positivi all’albumina. Nel quadro di un generale processo di valorizzazione della collezione (attraverso interventi di riordino, buone pratiche di conservazione, catalogazione, esposizione temporanea e pubblicazione di singoli nuclei), il restauro della gigantografia della facciata dei Miracoli costituisce un’importante opportunità per conferire visibilità a questo patrimonio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.