“Il rumore del potere”: in libreria il fantasy scritto da Alberto Donati

Esordio letterario per lo scrittore bresciano. Pubblicato "Il rumore del potere", il primo della collana "Memorie dell'impero Mosefo".

(red.) Un romanzo storico senza protagonisti, ma dove spiccano tradimenti e battaglie sullo sfondo di un impero carico di usi e costumi che riportano indietro nel tempo, al Medioevo. Tutto condito dalle azioni di maghi e divinità che si intersecano con quelle degli uomini. “Il rumore del potere” (556 pagine, PAVEdizioni, 22 euro), dato alle stampe ai primi di novembre, è l’esordio letterario fantasy del 35enne lumezzanese Alberto Donati che nei giorni scorsi, durante la presentazione in streaming, ha annunciato un progetto editoriale in tre o quattro volumi da dedicare a ciascuna delle “Memorie dell’impero Mosefo”.

 

Teatro della vicenda è un fantomatico territorio, senza alcun riferimento geografico, diviso in tre domini retti ognuno da un governatore. Uno di questi, rompendo la tradizione del mandato di sette anni e senza voler lasciare la carica, con il tacito assenso dell’imperatore, scatena una guerra tra gli altri due domini. Nel mezzo si aggrega alla battaglia anche una vecchia tribù nemica dell’impero e interessata a espandersi. Uno scontro che porta sul campo anche maghi e divinità chiamate a prendere posizione. “Ho voluto che il protagonista non fosse uno o più personaggi – dice l’autore esordiente – ma l’impero e il periodo storico. La guerra che racconto in questa prima memoria è orchestrata da chi vuole arrivare a un obiettivo preciso”.
E mentre il lettore, che si immedesima nelle azioni dei personaggi, può orientarsi tra nomi e luoghi con l’aiuto di un glossario, la mano esterna dell’autore lumezzanese interviene solo nel fornire, in sonetti all’inizio dei capitoli, indizi sul passato e il futuro di quelle vicende. “Il potere? Secoli fa era fondamentale – ha aggiunto Donati nella presentazione – non c’erano leggi come oggi”. Il libro è disponibile sullo store online della casa editrice pavedizioni.it, nelle librerie dei circuiti Feltrinelli e Ibs, Amazon e Mondadori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.