Brescia, dal 26 settembre al 4 ottobre torna Librixia in piazza Vittoria

Confermati gli incontri dal vivo, ma dimezzati (con dirette streaming). Si apre una sezione dedicata ai gialli.

(red.) Intanto è arrivato l’annuncio e a settembre saranno svelati anche i dettagli. In piazza Vittoria a Brescia viene confermata Librixia, la fiera del libro. L’appuntamento, presentato ieri, mercoledì 12 agosto, dal sindaco di Brescia Emilio Del Bono con l’assessore alla Cultura Laura Castelletti e il presidente della Confartigianato Ancos di Brescia Eugenio Massetti, sarà da sabato 26 settembre a domenica 4 ottobre. Verranno allestite la tensostruttura per gli incontri dal vivo con gli autori e il mercato librario con la presenza dei librai e delle case editrice cittadine.

Saranno riorganizzate le fasce orarie degli incontri, ridotte per consentire la sanificazione di tutti i luoghi. Tutti gli incontri, sempre ad ingresso gratuito, si terranno su prenotazione per velocizzare la fase di ingresso del pubblico che verrà contingentato, ma sono previste dirette streaming dei principali incontri. Al festival ci saranno esponenti di primo piano del mondo della cultura, del giornalismo e della letteratura nazionale, oltre agli editori e agli autori locali.

Un programma che proseguirà l’esperimento della commistione di generi lanciato lo scorso anno con il format “Libri &” con i i libri insieme alla musica, al teatro e all’arte. Ma quest’anno ci saranno anche momenti dedicati ai gialli, con la sezione “Brividi”, “Controcorrente” e “I Collettivi” dando spazio anche alla storia locale, al fumetto e alla musica e anche in questo caso sono previste dirette streaming per una serie di incontri. Per quanto riguarda gli ospiti, tra gli altri sono attesi Gianrico Carofiglio, Marco Malvaldi, Alessandro Robecchi, Michela Murgia, Linus, Carlo Lucarelli e Massimo Cucciari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.