Brescia, concerto per le vittime Covid. Così riaprono il Ctb e il Grande

Ieri in virtuale una seduta della commissione. I due teatri dovranno fare i conti con capienze molto ridotte.

(red.) Nella giornata di ieri, lunedì 29 giugno, a Brescia e da remoto si è svolta una seduta della commissione consiliare Cultura e Istruzione dedicata alla riapertura in sicurezza dei teatri cittadini. E nel corso dell’incontro virtuale, con l’assessore alla Cultura Laura Castelletti, è stato annunciato un concerto, in una serata ancora da definire e in piazza Loggia, per commemorare le vittime del Covid. Per quanto riguarda i teatri, il Centro teatrale bresciano presenterà la stagione il prossimo 10 luglio, ma intanto prevede una forte riduzione di posti disponibili, a 169 rispetto ai tradizionali 670.

E visto che gli incassi saranno notevolmente ridotti, si punterà su spettacoli sostenibili a livello economico prevedendo da luglio a dicembre produzioni locali basate su monologhi e con meno attori in scena. E da dicembre gli spettacoli che erano stati scelti all’inizio del 2020 e rispettando le disposizioni negli ingressi a teatro. Per quanto riguarda il Grande, anche qui si prevede una capienza del 30% rispetto al totale, con circa 300 posti disponibili puntando su spettacoli dai costi minori e con artisti italiani e favorendo il distanziamento.

Proprio oggi, martedì 30 giugno, sarà presentata la nuova stagione che vedrà al primo posto la musica e in autunno il ritorno dell’Opera riproponendo gli spettacoli che erano stati cancellati. Niente da fare, invece, sul fronte della possibilità, come era emersa, rivolta agli studenti di fare lezione al teatro Grande: i costi risultano troppo alti. Sul fronte dei sostegni economici, l’assessore Castelletti durante la commissione ha promesso che chiede ad Ubi Banca di impiegare delle risorse e senza dimenticare intese con il teatro di Bergamo verso la candidatura a Brescia e Bergamo come Capitale italiana della Cultura nel 2023.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.