Quantcast

I primi 40 anni di Bresciaoggi

Al giornale gli auguri di Ugo Ranzetti, presidente del Coni Brescia. Alle 21, su Brescia.Tv, una speciale trasmissione dedicata allo sport.

Più informazioni su

(red.) Quarant’ anni. A festeggiare l’importante compleanno è il quotidiano Bresciaoggi che celebra anche il quarantennale delle pagine dedicate allo sport e lo fa con una trasmissione speciale in onda questo venerdì alle 21 su Brescia.Tv.
A fare gli auguri al quotidiano bresciano il professor Ugo Ranzetti, alla guida del Coni Brescia dal 1985, il quale ha voluto tracciare un excursus di questi anni e delle figure che si sono succedute nella redazione sportiva del giornale quando anche lui era giornalista collaboratore.
Tra questi ha ricordato Odoardo Rizzotti, che puntò alla cura e alla crescita delle pagine dedicate allo sport, lasciando la sua eredità ai successori e Giorgio Sbaraini, firma del quotidiano e volto noto anche per la sua partecipazione alle dirette dallo stadio in onda su Brescia.Tv.
Ma Ranzetti ha anche voluto celebrare i tanti sportivi bresciani che hanno riempito le prime pagine per i successi conquistati: dal titolo di campione d’Italia del Rugby Concordia al primato del salto in alto stabilito il 4 agosto del 1978 da Sara Simeoni, a Ezio Gamba e Andrea Cassarà, da Vanessa Ferrari a Gianni Poli, da Osvaldo Faustini a Giorgio Lamberti , ai campioni del ciclismo.
Venerdì 28 marzo Bresciaoggi festeggia l’anniversario quarantennale con una puntata speciale in onda dalle 21 sulla rete Brescia.Tv. A condurre è Marco Bencivenga (vice caporedattore di Bresciaoggi) che introduce gli ospiti Giulio Tosini (caposervizio dello Sport di Bresciaoggi), Ugo Ranzetti (presidente del Coni provinciale), Marco Velo (ex campione d’Italia, oggi vice commissario tecnico della Nazionale di ciclismo), Beppe Vigasio (campione d’Italia di rugby come giocatore a Brescia e come dirigente a Calvisano). La puntata prevede anche collegamenti con Gino Corioni, presidente del Brescia, Sara Simeoni e Giorgio Lamberti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.