Un convegno sulla civiltà e la cultura Maya

E' in programma giovedì 13 marzo alle 20 presso l'auditorium Capretti degli Artigianelli. Ospite della conferenza gratuita una sacerdotessa messicana.

(red.) Un’infinita equazione cosmica che vive, proprio come noi, e che è in grado di interagire con la nostra realtà in maniera determinante. Una cultura millenaria mai dimenticata, che resta sempre attuale nonostante il susseguirsi delle ere. Il sole, elemento fondamentale per la creazione, portatore di energia; un lume di magica speranza.
La cultura Maya, andata alla ribalta nel 2012 per le millantate profezie apocalittiche, che cosa rappresenta davvero? Dovendo noi tutti prendere atto che il mondo non si è spento, ma è vivo e vegeto, ci siamo mai chiesti quali messaggi voleva trasmettere, per davvero, questa civiltà terrestre originaria del cuore della galassia?
Per tutti i cittadini che hanno queste ed altre domande, potrà sicuramente interessare la conferenza organizzata a Brescia giovedì 13 marzo della Sacerdotessa Nah Kin; custode del tempio del Sole di Uxmal, in Messico, nello stato dello Yucatàn. La Venerabile Gran Madre, così è chiamata dai suoi concittadini, è una Ahaukines, ovvero una sacerdotessa solare, e ha imparato la filosofia Maya da sua nonna, una sciamana molto conosciuta nella zona sud del Messico, che l’ha allevata insegnandole la connessione con il cosmo e con la terra.
Eugenia Casarìn, questo il nome ufficiale della donna, dopo un percorso lungo e difficile, ma sempre accompagnato dalla luce, è considerata oggi una delle migliori esperte della civiltà e della cultura Maya e, dalla fine degli anni ottanta, ha dedicato la sua vita a trasmettere l’eredità del suo popolo che, al contrario di morte e devastazione, vuol portare luce e felicità.
L’incontro, gratuito fino ad esaurimento posti, inizia alle 20 presso l’auditorium Capretti dell’Istituto Artigianelli di Brescia. Per dettagli e maggiori informazioni contattare Anita Comini al numero di cellulare 348-6711526.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.