Università, nel cda della statale anche Tarantini

Nominati i sei membri esterni che affiancheranno il mangnifico rettore più due studenti: ci sono anche Del Barba (Cogeme) e Gaboardi (Aib) tra le figure scelte.

(red.) E’ stato nominato il consiglio di amministrazione dell’Università statale di Brescia. Dal prossimo novembre, come prevede la Riforma Gelmini, il cda si insedierà per quattro anni e sei membri esterni affiancheranno il magnifico rettore Sergio Pecorelli più gli studenti Matteo Giacomini e Piero Stefanini. Le nomine sono state fatte sulla base di un avviso pubblico al quale hanno risposto in una ventina di candidati.
Tre dei sei volti del consiglio sono figure molto note nel panorama locale: Gianluca Del Barba, fino a poco tempo fa presidente del consiglio di amministrazione di Cogeme, attualmente membro del cda. Da una multiutility all’altra; ecco Graziano Tarantini, presidente del consiglio di gestione di A2A nonchè ex-presidente della Compagnia delle opere di Brescia. Tra i selezionati anche un rappresentante degli industriali, Saverio Gaboardi, numero uno di Isfor2000 e consigliere dell’Aib.
Ci sono poi personaggi con incarichi di rilievo nel panorama nazionale: La prima è Francesca Basilico, capo della segreteria del ministro dell’Istruzione. Poi c’è Enrico Garaci, presidente del Consiglio superiore di Sanità e, infine, Cristina Pedicchio, presidente dell’Istituto nazionale di Oceanografia e geofisica sperimentale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.